FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Polemica su "Don’t Whack Your Teacher", il videogioco che ti fa torturare il prof | Senatrice M5s chiede censura

Lʼappello della Senatrice del Movimento 5 Stelle contro un nuovo gioco che permette allʼalunno di torturare il proprio insegnante

Polemica su "Don’t Whack Your Teacher", il videogioco che ti fa torturare il prof | Senatrice M5s chiede censura

Nelle scorse ore, la Senatrice Bianca Laura Granato ha portato all'attenzione del Senato un importante tema che corre il rischio di promuovere un messaggio tutt'altro che positivo agli studenti del Bel paese.

La Senatrice del Movimento 5 Stelle ha denunciato l'esistenza di un videogioco macabro che promuove la tortura contro gli insegnanti, rivolgendosi a tutti i siti che ne permettono il download dai propri server.

L'appello, rimarcato dalla stessa Granato sul proprio profilo Facebook, parla di un gioco intitolato Don’t Whack Your Teacher, che consente a uno studente di seviziare il proprio insegnante all'interno di una stanza scegliendo il mezzo preferito per la tortura e facendo partire un video in cui lo stesso alunno infierisce senza pietà sul corpo dell'indifeso professore.

In realtà, il gioco non è poi così recente: si tratta di un prodotto nato come flash game più di cinque anni fa e successivamente convertito in formato mobile su Android.

La Senatrice chiede il supporto e contribuito dei cittadini, affinché vengano segnalati tutti i siti che permettono di giocare e scaricare un videogioco che ha come unico scopo quello di incitare alla violenza contro i docenti. Potete approfondire l'argomento sul post pubblicato dalla Senatrice, che rimanda a un video con l'intervento completo in Senato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali