FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Hideo Kojima, l'autore di Metal Gear Solid e Death Stranding entra nei Guinness dei Primati

Il leader di Kojima Productions è lʼautore più seguito nellʼindustria dei videogiochi

 Death Stranding - Hideo Kojima

Per festeggiare al meglio il lancio di Death Stranding, l'autore giapponese Hideo Kojima ha annunciato ufficialmente di essere entrato a far parte dei Guinness World Records. L'autore, storica mente dietro alla saga di Metal Gear Solid, è entrato nel Guinness dei Primati per la sua popolarità sui social network, essendo il Game director più seguito sia su Twitter che su Instagram.

L'autore giapponese è recentemente tornato al centro dell'attenzione grazie a Death Stranding, primo gioco come studio indipendente in seguito alla separazione da Konami, grazie al quale Kojima ha compiuto una vera e propria scalata sui social: 888mila follower su Instagram, 2 milioni e 800mila follower su Twitter è l'incredibile bottino collezionato dal designer.

 

Se siete curiosi di scoprire com'è nato Death Stranding e il messaggio che Kojima vuol far trasparire dal suo gioco, vi lasciamo alla nostra intervista al game designer e a quella all'attore Norman Reedus, star di The Walking Dead e protagonista di Death Stranding.

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali