FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sud Africa, la campagna anti-omofobia del team gay di rugby

Colorata e provocatoria è lʼidea dei Jozi Cats di Johannesburg per strappare ogni velo di discriminazione su uno sport che gli stereotipi vogliono troppo maschio

Colorata, provocatoria, ironica è la campagna anti-omofobia lanciata con video e manifesti, che hanno invaso i social network, dai Jozi Cats, la prima squadra di rugby africana formata da atleti gay. Fondato nel 2016 a Johannesburg, il team vuole proporsi come "rifugio sicuro" per gli omosessuali che sono appassionati di uno sport considerato troppo maschio e discriminatorio nei confronti dei gay.

I manifesti antiomofobia del primo team gay di rugby

"Il video del backstage è stata visualizzato in 126 Paesi", commenta alla Cnn, soddisfatto per il successo planetario dell'iniziativa, Chris Verrijdt, ideatore della campagna. "Ci siamo detti - aggiunge - di fare qualcosa per smontare gli stereotipi contro i gay e trasformarli nella testa della gente. Da qui lo slogan dietro i nostri manifesti: 'Ci sei o non ci sei? A noi in realtà non importa se lo sei o non lo sei, abbiamo solo bisogno di giocatori'", conclude Verrijdt.

"E' importante trattare il tema dell'omosessualità e dell'omofobia in questo sport", afferma Kuni, che nella campagna fotografica è nella posa "Pillow Biter".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali