Frank Lentini, "più di un uomo e meno di due"