FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Belle Storie: Babaco Market,la Pmi che combatte lo spreco alimentare

Un progetto che nasce sui social per ridare dignità a tutta quella frutta e quella verdura brutta ma buona

Recuperare 10 tonnellate di frutta e verdura in pochi mesi non è un compito facile, ma il team di Babaco Market è riuscito nell’impresa. Il loro obiettivo? Combattere gli sprechi alimentari.  

La Pmi, nata durante il lockdown, dall’idea di un gruppo di ragazzi che volevano ridare dignità a tutti quegli alimenti, brutti ma buoni, che non potevano essere commercializzati, in pochi mesi è diventata il punto di riferimento del delivery healty di Milano e dintorni.

 

La loro missione è quella di recuperare quei cibi che per motivi estetici vengono scartati direttamente in campo, rimettendoli sul mercato.

 

“Da maggio a ora abbiamo salvato più di 10 tonnellate di cibo”, racconta a Tgcom24 il Ceo e Founder di Babaco Market, Francesco Giberti.

 

Valori diffusi tramite i social network. “Facebook è una leva importante per le piccole e medie imprese – ci spiega Francesca Mori, marketing manager della start up - perché è un canale digitale che ti permette di arrivare dritto ai consumatori, senza tanti intermediari. Inoltre puoi costruire, anche a livello creativo, qualcosa che racconti di più del tuo brand, servizio o piccolo negozio”.

 

I social si mettono, così, al servizio delle aziende per superare momenti difficili, rilanciando la loro attività, o permettendo di dar vita a progetti innovativi.

 

“Iscrivendosi a Babaco Market – spiega Francesco – è possibile ricevere a casa delle box contenenti frutta e verdura brutta, ma buona”.

Al loro interno ogni settimana i clienti trovano prodotti ortofrutticoli coltivati in Italia a volte inusuali, altre volte più piccoli del normale, o con delle imperfezioni, ma la cui qualità resta inalterata. “È un modo per ridare valore ai beni prodotti in Italia – sottolinea il buyer dell’impresa, Pietro Beccaro – Ogni Babaco Box è speciale perché va incontro alle esigenze del cliente, del produttore e anche del Paese”.

 

Una piccola impresa che però ha obiettivi per precisi: “Fare pubblicità tramite i social ti permette di targhettizzare le persone che vivono nelle zone limitrofe”, evidenzia Francesca. Una pratica che “dà la possibilità di massimizzare gli investimenti”.

 

 

Meccanismi di marketing condotti tramite internet che in tempi di lockdown aiutano le aziende a crescere e a costituire la loro clientela.

“Il grosso vantaggio che ci ha dato Facebook è stato quello di creare una community con cui dialoghiamo costantemente – ribadisce Francesca Mori – Abbiamo potute creare un rapporto con il consumatore trasparente e continuo. Quando una nostra box arriva nelle loro case è un po’ come se fosse sempre Natale. E ci mostrano tutto il loro entusiasmo attraverso unboxing e contenuti pubblicati sulla piattaforma e condivisi poi con noi”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali