FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Moda sostenibile: da jeans e giacche, ecco l’abito da sposa in denim

Concepito per un giorno speciale da altri capi pensati per durare nel tempo, a sua volta riadattabile e trasformabile 

Moda: Levi’s Upcycling, il primo abito da sposa da jeans e giacche in denim

Ripensare, riutilizzare, trasformare. Un abito concepito per un giorno speciale ma anche riadattabile, trasformabile e da reimmaginare con il passare del tempo. Non poteva non essere che in denim, un modello di abito da sposa ottenuto da jeans e giacche, esempio concreto delle nuove frontiere della moda sostenibile. Il concetto di upcycling indica proprio questo: dare nuova vita ai prodotti per creare qualcosa di completamente unico e nuovo. E, perciò, di maggior valore e qualità.

NUOVE FRONTIERE - Per realizzare questo abito speciale, l’Atelier Marta Ferri ha lavorato con circa 30 capi iconici Levi’s come trucker jackets e 501® jeans. La fashion designer e couturier milanese ha scelto, quindi, di utilizzare articoli concepiti per durare nel tempo e di dare loro nuova vita, nell’ambito del progetto Upcycling, Style & Sustainability. L’upcycling rappresenta, infatti, un’opportunità per evitare gli sprechi e creare qualcosa di unico. Oggi, nello specifico, per Levi’s significa anche fornire un futuro alternativo ai capi pre-loved, che non verrebbero più indossati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali