FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ue, Draghi: "Rischi al ribasso ma la Bce è pronta ad agire"

Il richiamo del presidente della Banca Centrale Europea: "Un Paese perde sovranità quando il debito è troppo alto"

"Le prospettive economiche rischiano di muoversi verso il ribasso" ma la Bce può usare di nuovo "altri strumenti nella cassetta" degli attrezzi se le cose andassero "molto male". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, al Parlamento Ue, aggiungendo che "un Paese perde sovranità quando il debito è troppo alto, perché a quel punto sono i mercati che decidono e ogni decisione di policy deve essere scrutinata dai mercati".

Le informazioni che giungono dall'economia dell'area euro continuano a essere più deboli del previsto ma la dinamica di normalizzazione dell'inflazione riceve ancora spinte di supporto. Da parte della Bce "resta essenziale uno stimolo monetario significativo", ha ribadito Draghi, precisando che "il Consiglio resta pronto ad aggiustare tutti i suoi strumenti, per assicurare che l'inflazione si muova in maniera sostenibile verso i valori obiettivo".

Il presidente della Bce ha quindi sottolineato che l'Italia "cresce meno rispetto al passato" e "significativamente meno rispetto alle aspettative" e che "questo in realtà interessa tutti i Paesi dell'eurozona o la maggior parte di essi", ma anche che si tratta di un fenomeno "più marcato" in Italia, che già nella fase precedente di espansione mostrava una "crescita minore rispetto ad altri Paesi".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali