FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terrorismo, Padoan: rischi per il PilPuò saltare 0,9% incremento crescita

Lʼavvertimento del ministro dellʼEconomia sulla paura di attentati che potrebbe frenare la crescita

Terrorismo, Padoan: rischi per il PilPuò saltare 0,9% incremento crescita

"Il clima negativo" dopo gli attacchi di Parigi potrà avere effetti sulla ripresa". Lo afferma il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, al Corriere della Sera, spiegando che la previsione dello 0,9% di crescita potrebbe risentirne anche se al momento non ci sono elementi per dirlo.

"Gli italiani hanno la corretta percezione che stiamo uscendo dalla crisi. E questo conta molto, sia per la fiducia sia per l'economia", rassicura il ministro. "La fiducia delle famiglie e delle imprese è un elemento essenziale per l'andamento dell'economia. Ed è molto importante, come ha detto l'Istat, che questo dato sia in crescita", spiega il ministro dell'Economia.

Padoan sottolinea come l'incremento dello 0,9% "non è un obiettivo, è una previsione. E quando si fa una previsione c'è sempre il rischio di doverla rivedere al rialzo o al ribasso. Non dimentichiamoci che influisce anche un rallentamento delle economie di altri Paesi, cominciato ben prima degli attentati", ma "poi bisogna tener conto anche delle misure di reazione decise dal governo, con i 2 miliardi sugli interventi per la sicurezza e la cultura".

Di recente anche il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, aveva ricordato che la "paura del terrorismo potrebbe pesare sull'economia globale e anche su quella italiana".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali