FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pizza, Coldiretti lancia lʼallarme: "Due su tre non sono italiane"

Pomodoro cinese e grano ucraino fra gli ingredienti più utilizzati. Lʼassociazione chiede che venga indicata la provenienza degli ingredienti

pizza margherita mozzarella cibo napoli
getty

Pizza made in Italy? Per niente. Secondo la Coldiretti, il piatto più tipico della nostra tradizione culinaria sarebbe spesso a base di prodotti che di italiano hanno poco o nulla. Dalla mozzarella lituana al concentrato di pomodoro cinese, sono molti gli ingredienti non autoctoni utilizzati nella ricetta che rappresenta l'Italia nel mondo e la confederazione lancia l'allarme: due pizze su tre sono ottenute da un mix di ingredienti prodotti oltreconfine.

Oltre a mozzarella lituana e concentrato di pomodoro cinese, anche l'olio tunisino e il grano ucraino finiscono in due pizze su tre servite in Italia, senza alcuna indicazione per i consumatori. E così, per tutelare uno dei nostri prodotti tipici, Coldiretti ha deciso di moltiplicare iniziative e progetti allo scopo di garantire che tutti gli ingredienti provengano da aziende attive sul territorio nazionale. "La pizza è una ricchezza del Made in Italy - sottolinea la Coldiretti - che deve essere tutelata anche con strumenti come l'obbligo di indicare la provenienza per tutti i principali componenti della pizza".

E' così famosa è apprezzata, la pizza, che nella vicenda è intervenuta persino l'Unesco. Dopo una raccolta di oltre due milioni di firme, l'arte dei pizzaioli è stata infatti riconosciuta come patrimonio immateriale dell'umanità.

Si potrebbe cominciare, suggerisce Coldiretti, proprio con l'obbligo di indicare la provenienza degli alimenti per tutti i principali componenti della ricetta. In questo modo, i clienti di una pizzeria sarebbero informati su quello che stanno effettivamente mangiando e avrebbero la possibilità di scegliere se vogliono cenare o meno in quel locale.