FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pensioni, in Manovra nel 2023 arriva la nuova "Quota 103"

In tema pensioni, la Manovra prevede l'introduzione di una "Quota 103", nuovo schema di anticipo dell'uscita dal mondo del lavoro

Inps pensioni anziani
ansa

Sulle pensioni, per evitare il ritorno alla legge Fornero, la Manovra approvata dal Consiglio dei ministri introduce un nuovo schema di anticipo pensionistico per il 2023.

La "Quota 103" consente di andare in pensione con 41 anni di contributi e 62 anni di età anagrafica, mentre per chi decide di restare al lavoro è stato rifinanziato il bonus Maroni che prevede una decontribuzione del 10%.

In Manovra è stata anche prorogata per il 2023 l'"Opzione donna", con alcune modifiche: si potrà andare in pensione a 58 anni con due figli o più, a 59 con un figlio, a 60 negli altri casi. "Opzione donna" è comunque riservata a particolari categorie: caregiver, lavori gravosi, disabili. Confermata anche l'Ape sociale per i lavori usuranti. L'indicizzazione delle pensioni pensioni è prevista al +120% del trattamento minimo.

 

 

Chi ha i requisiti a fine 2022 dovrà attendere per l'uscita il mese di aprile 2023 se lavoratore privato e il mese di agosto se lavoratore pubblico. Secondo quanto si apprende, infatti, la manovra prevede una finestra mobile di tre mesi per i lavoratori privati e di sei mesi per i pubblici ma solo per chi raggiunge i requisiti entro dicembre l'attesa sarà di 7 mesi.

 

Per la misura si prevede uno stanziamento di 510 milioni di euro per il primo anno, 1.528 per il secondo e 498 per il terzo. La platea degli interessati è di 48mila persone.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali