FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Eurogruppo torna a riunirsi, Merkel: "Eurobond? No, ci sono altre soluzioni" | Die Welt: "La Mafia in Italia aspetta soldi Ue" | Di Maio: "Vergogna"

Scontro aperto con la Germania. Il ministro degli Esteri: "Parole inaccettabili, Berlino prenda le distanze". La Bce: "Eʼ impensabile cancellare i debiti"


die welt germania italia coronavirus

L'Eurogruppo torna a riunirsi per discutere delle obbligazioni europee contro la crisi per il coronavirus. L'Olanda avrebbe ammorbidito la sua posizione e questo ha dato il via libera alla nuova riunione per approvare la bozza da passare poi ai leader. Conte: "L'Ue dia strumenti all'altezza o faremo senza l'Europa". Ma intanto è scontro con la Germania per il titolo di Die Welt: "La mafia in Italia aspetta i soldi Ue". Ira di Di Maio. Angela Merkel ribadisce la sua contrarietà agli Eurobond.

La cancelliera ha confermato il suo "no" agli Eurobond nel corso di una riunione in videoconferenza del suo gruppo parlamentare Cdu-Csu. La Merkel si è mostrata molto aperta alla solidarietà finanziaria della Germania, ma ha aggiunto che manca "un'unione politica" per i coronabond.

 

 

Die Welt in Germania: "La mafia aspetta i soldi Ue". Di Maio: "Si vergognino" - "Noi non vogliamo che altri Paesi paghino i nostri debiti, l'Italia ha sempre pagato i propri debiti, vogliamo solo creare le condizioni di mercato per poter spendere il necessario per ripartire". Così il ministro degli Esteri a Rai1. Di Maio ha però anche attaccato duramente la Germania in merito ad un articolo del quotidiano tedesco di stampo conservatore Die Welt, secondo il quale "la mafia sta aspettando gli aiuti europei". "Un'affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze. L'Italia piange oggi le vittime del Coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia. Non è per fare polemica ma non accetto che in questo momento si facciano considerazioni del genere" ha detto il ministro degli Esteri. 

 

die welt germania italia coronavirus

 

Bce: "E' impensabile cancellare i debiti" - Una cancellazione dei debiti contratti per contrastare lo shock economico senza precedenti causato dal coronavirus? "Mi sembra completamente impensabile, Non è il momento di farsi domande sulla cancellazione, in questo momento siamo concentrati su come sostenere l'economia". Lo ha detto il presidente della Bce, Christine Lagarde, aggiungendo: "Più in là vedremo come rimborsare i debiti e gestione le finanze pubbliche nel modo più efficiente".

 

Gualtieri alla vigilia dell'Eurogruppo: "Mes strumento non adatto" - Dopo il secco no arrivato dal premier Conte nella conferenza stampa in cui il governo ha annunciato le misure del decreto liquidità per le imprese, appena entrato in Gazzetta, anche il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ha respinto il Mes come strumento per affrontare la preoccupante crisi economica causata dal coronavirus. "Per dimensioni e caratteristiche, non costituisce lo strumento adatto" ha dichiarato in un'intervista al "Sole 24 Ore". "Altro discorso - ha proseguito - è se nel quadro di un pacchetto di proposte che includesse la proposta di fondo per la ripresa finanziato con titoli comuni, il Mes offrisse agli Stati interessati linee di credito senza condizionalità".

 

Coronabond, chi è contro e chi è a favore tra i Paesi dellʼEurozona

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali