FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Minibot, il ministro Tria replica a Salvini: "Non servono"

Mercoledì mattina a Palazzo Chigi il vertice di governo sul negoziato con lʼUe sui conti

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, risponde a Matteo Salvini sui minibot. Il vicepremier li aveva definiti uno "strumento per raggiungere il fine del pagamento dei debiti dello Stato" e il ministro, che li considera "illegali", replica: "Non ho nulla da obiettare, dico solo che non abbiamo bisogno dei minibot". Secondo Tria, il debito della Pubblica amministrazione "si è ridotto e siamo in grado di pagarlo in euro, non servono misure alternative".

A Tria ha risposto il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi: "Il ministro dell'Economia Tria, che ha definito i minibot "illegali", non li ha ancora capiti. Non sono illegali, perché nessuno è obbligato ad accettarli. Gli faremo cambiare idea". "Ci vuole una grande pazienza - ha quindi aggiunto il deputato leghista -, non so perché la pensi così, quando potremo fare una riunione gli spiegheremo che non è così".

Domani vertice economico a Palazzo Chigi - Si terrà mercoledì mattina a Palazzo Chigi, prima dell'informativa del premier Giuseppe Conte alla Camera, il vertice di governo sul negoziato con l'Ue sui conti. Il premier condividerà in quell'occasione con Salvini e Di Maio anche i contenuti della lettera che sta per inviare a Bruxelles, ma da più parti si vocifera che in agenda ci sarà proprio anche la questione minibot.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali