FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Melegatti salvata dal crac: rilevata dalla famiglia Spezzapria per 13,5 milioni di euro

Lʼazienda veronese del pandoro diventa vicentina, dopo essere stata dichiarata fallita il 29 maggio

Arriva la salvezza per la Melegatti, storica azienda produttrice di pandori. Dichiarata fallita il 29 maggio, è stata ora rilevata dalla famiglia Spezzapria, che controlla Forgital Group, industria specializzata nella forgiatura dei metalli con sede a Seghe (Vicenza). Il Tribunale di Verona ha accettato l'offerta di 13,5 milioni di euro presentata dal gruppo attraverso una "newco".

"Rilanceremo il brand e riapriremo lo stabilimento" - "Da oggi lavoreremo per realizzare la squadra necessaria a rilanciare uno dei brand più importanti dell'alimentare italiano e per riaprire lo stabilimento produttivo. Finalmente recuperiamo uno dei marchi che ha reso grande la nostra terra e che ha contribuito alla convivialità delle famiglie italiane per oltre 120 anni", ha detto Denis Moro, il manager che per conto dell'impresa acquirente ha ricevuto dal Tribunale di Verona la definitiva aggiudicazione della Melegatti.

Zaia: "Bella notizia, soprattutto per i lavoratori" - Grande soddisfazione per l'operazione arriva da Luca Zaia. "Per molto più di un secolo la Melegatti ha contribuito a scrivere la storia delle produzioni dolciarie venete e veronesi. La notizia che potrà continuare a farlo è la più bella che ci si potesse attendere, prima di tutto per i lavoratori, ai quali è giusto che vada il primo pensiero in un giorno di grande soddisfazione - ha detto infatti il presidente del Veneto -. Bella notizia anche perché sono stati acquisiti sia il brand sia lo stabilimento produttivo, segnale chiaro che si è di fronte a una prospettiva seria di sviluppo aziendale, territoriale e occupazionale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali