FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lavoro, record di "stakanovisti" in Italia e in Grecia

Secondo gli ultimi dati Ocse, il nostro Paese, dopo Grecia ed Estonia, è quello dell’area Euro dove si lavorano più ore alla settimana

Lavoro, record di "stakanovisti" in Italia e in Grecia

Contrariamente a stereotipi e aspettative, l'Italia è, dopo Grecia ed Estonia, il Paese dell'area Euro dove si lavorano più ore a settimana: 33, 3 ore in più rispetto alla media europea di 30 ore e 7 in più rispetto alla Germania. E' quanto emerge dagli ultimi dati Ocse. Proprio di recente, il presidente dell'Inps Pasquale Tridico ha detto che è necessario ridurre il'orario di lavoro a parità di salario per ridistribuire ricchezza e aumentare l'occupazione. Lo riporta Il Sole 24 Ore.

Non solo l'Italia. Al di sopra la media europea si collocano anche Irlanda, Portogallo, Slovacchia, Lettonia, Spagna, Slovenia e Lituania. Il Paese dove si lavora meno è la Germania, con 26 ore settimanali, che è seguita da Olanda (con 28 ore) e Lussemburgo, Austria e Francia (con 29). 

La produttività - C'è un però. Nonostante le molte ore lavorate, l'Italia è agli ultimi posti per quanto riguarda la produttività. Secondo l'Ocse, tra il 2010 e il 2016 la produttività è aumentata solo dello 0,14% medio annuo, il dato peggiore solo dopo quello della Grecia. La Germania, invece, è tra i Paesi migliori per produttività. Inoltre, in base all'elaborazione dell’Istituto dei Sindacati Europei Etuc (European Trade Union Confederation) risulta che anche il potere di acquisto degli stipendi italiani è in calo: rispetto a 10 nni fa è sceso dell'1%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali