FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Istat: "Disoccupazione ai minimi dal 2012, bene anche i giovani"

Il tasso di disoccupati è sceso allʼ11,4% nel mese di marzo, con un calo di 1,1 punti percentuali rispetto al 2015

Istat: "Disoccupazione ai minimi dal 2012, bene anche i giovani"

Il tasso di disoccupazione, nel mese di marzo, è sceso all'11,4%, livello minimo dal mese di dicembre del 2012. Lo rileva l'Istat aggiungendo che rispetto a febbraio si registra un calo di 0,3 punti percentuali, mentre rispetto a marzo 2015 il calo è di 1,1 punti. Giù anche il tasso di disoccupazione giovanile, sceso al 36,7%, il dato più basso da ottobre 2012.

Salgono gli occupati - Per quanto riguarda il numero di occupati, l'Istat ha registrato a marzo 90mila persone al lavoro in più rispetto a febbraio e 263mila in più rispetto a marzo 2015. Sempre a marzo si è toccata quota 22.578.000 occupati (+1,2% su marzo 2015, +0,4% su febbraio), con il tasso di occupazione che è risalito al 56,7% (aumento di 0,2 punti su febbraio e di 0,9 punti su marzo 2015).

Bene i giovani - I dati mostrano che il tasso di disoccupazione nella fascia tra i 15 e i 24 anni a marzo è diminuito di 1,5 punti rispetto a febbraio e di 5,4 punti rispetto a marzo 2015. In altre parole: meno di un giovane su dieci è disoccupato. Nel primo trimestre del 2016 il tasso di disoccupazione giovanile è diminuito di 0,9 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Stabile il mercato del lavoro - Il mercato del lavoro, nei primi tre mesi del 2016, mostra una "sostanziale stabilità del livello degli occupati" (+0,1%, pari a +17mila) rispetto ai tre mesi precedenti. L'unica componente che mostra una crescita congiunturale significativa - ha spiegato l'Istituto - è quella dei dipendenti permanenti, che aumentano dello 0,5% sul quarto trimestre del 2015 (+72mila).

Notizie meno buone per i 25-34enni - L'occupazione a marzo cresce in tutte le fasce di età fuorché tra i 25-34 anni, che con il 59,3% l'occupazione segnano un arretramento rispetto a febbraio (-0,1 punti) e una variazione nulla su marzo 2015. Per i più giovani il tasso di occupazione sale al 16,1% (+0,2 punti sul mese, +0,9 punti sull'anno), per i 35-49 anni il tasso sale al 72% (+0,4 punti sul mese, +0,3 sull'anno), mentre per i più anziani (50-64 anni) il tasso di occupazione sale al 57,7% con un aumento di 0,3 punti sul mese e di due punti sull'anno.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali