FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fca, i nomi in pole position per il dopo Marchionne

Il presidente di Fiat Chrysler Automobiles, John Elkann, ha più volte ribadito che il nuovo capo esecutivo arriverà dallʼinterno del gruppo

Fca, i nomi in pole position per il dopo Marchionne

L'uscita improvvisa di Sergio Marchionne riporta in primo piano il toto nomine per la successione del top manager come a.d. Fca. Il presidente del gruppo, John Elkann, ha più volte ribadito che il nuovo capo esecutivo arriverà dall'interno del gruppo. Secondo indiscrezioni sono quattro i nomi in pole position: Alfredo Altavilla, i britannici Richard Palmer e Mike Manley e il torinese Pietro Gorlier.

Alfredo Altavilla, capo Emea - Altavilla, 54 anni, è stato nominato chief operating officer Emea nel novembre 2012 ed è inoltre Head of Business Development e membro del Gec dal settembre 2011. Il manager, nato a Taranto, è entrato nel 1990 in Fiat Auto, occupandosi di pianificazione strategica e sviluppo prodotto. Altavilla era stato chiamato in causa lo scorso anno per la successione all'a.d. Mauro Moretti in Finmeccanica. Il fatto che il fondo Elliott lo abbia inserito nella lista dei consiglieri indipendenti per il cda Tim ne dimostra l'autorevolezza. Altavilla era con Marchionne in un momento chiave della storia di Fiat: quando venne chiusa con Gm la put option portando a casa 2 miliardi di dollari che furono indispensabili per il rilancio all'inizio dell'era Marchionne. Altavilla, inoltre, ha guidato Fiat Powertrain e Iveco ed è molto stimato da John Elkann.

Mike Manley, numero uno di Jeep - Manley, classe '64, è stato nominato capo del marchio Jeep a giugno del 2009 e fa parte del Gec dal settembre 2011. Il manager britannico, nato a Edenbridge nel Regno Unito, ha dalla sua il fatto di essere il numero uno del brand su cui Fca sta puntando maggiormente. Tuttavia, nonostante il record di immatricolazioni in Europa nel 2017, lo scorso anno Jeep ha ha venduto a livello globale circa 1,4 milioni di auto, in leggero calo rispetto agli 1,41 milioni del 2016. Dall'ottobre del 2015, Manley è diventato responsabile anche del marchio di pickup truck Ram.

Richard Palmer, direttore delle finanze - Palmer, classe '66, è stato nominato chief financial officer e membro del Gec nel settembre 2011. Il suo punto di forza è quello di essere il responsabile delle attività finanziarie a cui Marchionne ha dato grande importanza nella fase di ristrutturazione di Chrysler e nella successiva gestione del debito di Fca. Il manager nato a Bath, in Inghilterra, era già capo delle finanze di Fca Us, in precedenza Chrysler Group, da giugno 2009, con delega a funzioni chiave come corporate controlling, treasury e tax. Palmer potrebbe beneficiare di un eventuale azzeramento del debito netto industriale, ora a 2,4 miliardi di euro, se tale obiettivo, a cui Marchionne tiene particolarmente, venisse effettivamente raggiunto.

Pietro Gorlier, il manager torinese - Infine Gorlier, capo della componentistica del gruppo dal giugno 2015, è a sua volta nel Gec da settembre 2011. Torinese doc è un classe '62. La componentistica di Fca ha visto crescere i ricavi del 5% a 10,115 miliardi di euro nel 2017, con un forte aumento dell'Ebit adjusted e del margine per Magneti Marelli. Le nuove frontiere dello sviluppo della guida autonoma e della connettività hanno permesso alla divisione del gruppo di mettersi in luce. Non è detto, dunque, che il manager segua Marelli che Fca spera di scorporare entro il prossimo dicembre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali