FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, verso aumento indennità per partite Iva

Per il viceministro dellʼEconomia, a fronte di una "maggiore selettività", sarà possibile aumentare la cifra dagli attuali 600 euro a 800. Allo studio un reddito per i lavoratori a nero

misiani

Per il viceministro dell'Economia, Antonio Misiani, con dl di aprile, per far fronte all'emergenza coronavirus, è possibile che l'indennità per le partite Iva sia aumenta fino a 800 euro, dagli attuali 600. "Credo sia ragionevole chiedere l'aumento della cifra. Lavoriamo per farlo, con un minimo di selettività in più", ha spiegato, sottolineando che "il dl sarà molto consistente. Credo che andremo oltre i 25 miliardi del decreto marzo".

Ipotesi reddito per lavoratori in nero Nelle ultime ore ha acquistato concretezza l'ipotesi di un reddito di emergenza ad hoc anche per precari, stagionali e lavoratori in nero. "Servono i tre miliardi e procedure semplificate in modo da poterlo erogare in pochissimo tempo", ha spiegato la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo . Parallelamente nel governo si fa avanti l'idea della semplificazione di alcuni requisiti, a cominciare da quelli immobiliari, per ottenere il reddito di cittadinanza. cittadinanza. 

 

D'Incà: "Dl entro il 16/4" Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, ha intanto reso noto che il dl decreto arriverà "prima delle scadenze del 16 aprile, perché le aziende si ritroveranno di fronte a nuove scadenze fiscali. Dobbiamo arrivare con un nuovo dl che permetta di poter sospendere, rinviare e aiutare per aprile le partite iva, gli autonomi e le tante aziende che hanno bisogno di fondi di garanzia". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali