FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Contratti, accordo tra Confindustria e sindacati sul nuovo modello

La firma è prevista per il 9 marzo. Il testo parte dalla conferma dei due livelli di contrattazione: quello nazionale di categoria e quello decentrato, aziendale o territoriale

Contratti, accordo tra Confindustria e sindacati sul nuovo modello

Confindustria e sindacati hanno raggiunto l'accordo sulle nuove regole per la contrattazione e per le relazioni sindacali. Il nuovo modello è stato condiviso dal presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. La firma è prevista per il 9 marzo. Il testo parte dalla conferma dei due livelli di contrattazione (nazionale e aziendale o territoriale).

All'interno del nuovo modello contrattuale sono inoltre indicati i criteri di calcolo degli aumenti salariali e i dettagli del Trattamento economico complessivo (Tec) e del Trattamento economico minimo (Tem).

ALtra novità è la definizione per la prima volta della misurazione della rappresentatività anche per le imprese. "Si è concluso questa notte il confronto tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria - si legge nel comunicato congiunto - e il documento conclusivo rilancia il valore delle relazioni industriali".

Il testo sarà sottoposto, nei prossimi giorni, alla valutazione degli organismi delle tre organizzazioni sindacali. Al termine di questa verifica ci sarà la firma, nel pomeriggio del 9 marzo.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali