FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Borsa, Milano chiude in rosso: -3,5% | In Europa in due settimane in fumo oltre 1.300 miliardi di euro

Crollo anche per gli altri listini europei con lo Stoxx 600. Moodyʼs parla di "probabile recessione" per lʼItalia e taglia a -0,5% la stima di crescita per il 2020

borsa, milano, piazza affari
Ansa

Piazza Affari chiude l'ultima seduta della settimana in forte calo. Il Ftse Mib lascia sul terreno il 3,5% a 20.799 punti portandosi sui minimi di metà agosto. Crollo anche per le altre Borse europee con lo Stoxx 600, l'indice che copre circa il 90% del mercato azionario europeo: in due settimane, dalla notizia del primo contagio di coronavirus in Italia, lo Stoxx 600 ha bruciato oltre 1.358 miliardi di euro di capitalizzazione.

Rispetto ai top del 19 febbraio, che corrispondevano con i massimi ultradecennali per l'indice guida di Piazza Affari, il crollo è del 18% circa. In tensione anche lo spread tra Btp e Bund che dopo essere salito in giornata a 190 punti ha chiuso a 185 punti.

 

"L'economia italiana è probabilmente in recessione" secondo Moody's, che prevede una probabile contrazione del Pil nel primo trimestre, tagliando a -0,5% la stima di crescita per il 2020, dal precedente +0,5%. Nello scenario peggiore, che prevede un impatto più prolungato del coronavirus, la stima per l'economia italiana arriva a -0,7%.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali