FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Benzina, il prezzo sale a 1,778 euro: ai massimi dal 2013

Il balzo, equivale su base annua, "a una stangata pari a 363 euro per la benzina e a 361 euro per il gasolio" sottolineano i consumatori. Un salasso per famiglie e imprese già schiacciate dal caro-bollette

petrolio e benzina soldi nostri
tgcom24

Il prezzo medio della benzina in Italia in modalità self è aumentato di 2,43 centesimi rispetto alla scorsa settimana (da 1,754 euro a 1,778), raggiungendo il massimo da settembre 2013. Quello del gasolio è cresciuto di 2,69 centesimi (da 1,620 a 1,647). Stabile invece il Gpl, da 0,817 euro a 0,816. Lo rivela la rilevazione settimanale del ministero della Transizione ecologica. Un salasso per le famiglie italiane già schiacciate dal caro-bollette.

Il caro-benzina incide sul costo di numerosi prodotti

Ma gli aumenti dei prezzi dell'energia, ricordano i consumatori, incidono anche sul costo di numerosi prodotti al dettaglio, "considerato che in Italia l'85% della merce viaggia su gomma, e che a costi di trasporto più elevati corrispondono listini al dettaglio più cari, con un duplice danno per le tasche delle famiglie" osserva il presidente del Codacons Carlo Rienzi. E naturalmente a monte anche le imprese soffrono la fiammata dei prezzi dei carburanti. Il nuovo record del listino della benzina, secondo la Coldiretti, "aggrava il gap competitivo dell'Italia che deve affrontare i costi per il trasporto merci superiori dell'11% rispetto alla media europea per un valore di 13 miliardi all'anno. Il tutto con un effetto valanga ancora pi evidente sul carrello della spesa". A subire gli effetti, aggiunge, "è l'intero sistema agroalimentare dove i costi della logistica arrivano a incidere fino al 35% sul totale dei costi per frutta e verdura".

"Un stangata pari a 363 euro per la benzina e a 361 euro per il gasolio"

Nel fare i calcoli, l'Unione Nazionale Consumatori afferma che "dall'inizio dell'anno, un litro di benzina è aumentato di quasi 6 cent (5,90), pari a 2,95 euro a pieno, il gasolio di oltre 6 cent (6,18), equivalenti a 3,9 euro per un rifornimento, pari a 74 euro su base annua". Il presidente dell'Unc, Massimiliano Dona, osserva che "in appena 4 settimane i prezzi dei carburanti hanno recuperato, con gli interessi, tutto quanto avevano perso in un mese e mezzo, con la discesa ininterrotta registrata da metà novembre fino alla fine dell'anno scorso". Il balzo del prezzo alla pompa, equivale su base annua, "a una stangata pari a 363 euro per la benzina e a 361 euro per il gasolio" sottolinea l'Unc.

Emergenza con effetti negativi sul sistema economico

Il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, parla di "una vera e propria emergenza, con effetti negativi sull'intero sistema economico" e "ripercussioni sull'inflazione" per cui invoca "un intervento del governo perché il potere d'acquisto dei cittadini subirà un duro contraccolpo e le conseguenze si faranno sentire direttamente sui consumi".

 

"Provvedimenti del governo deludenti" Nel definire "deludenti" i provvedimenti del governo per contenere i rincari delle bollette energetiche (nel primo trimestre 2022 sono stati stanziati 5,5 miliardi per famiglie e imprese, ndr), Assoutenti sollecita l'Esecutivo "a intervenire in modo efficace sui carburanti" introducendo "strumenti in grado di sterilizzare l'Iva e ridurre le accise (voci che, sommate, pesano per il 60% su ogni litro di benzina venduto in Italia) quando i prezzi alla pompa salgono oltre una certa soglia". A livello industriale, infatti, il costo della benzina è inferiore alla media europea di 5 centesimi e di 7,5 centesimi per il gasolio, ricorda l'Unione energie per la mobilità (l'associazione delle aziende del settore petrolifero che operano in Italia). 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali