FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ancora in calo la fiducia di consumatori e imprese

La fiducia dei consumatori è, sì, scesa rispetto ai mesi precedenti, ma si presenta comunque in netto aumento rispetto allo stesso mese degli anni precedenti

Ancora in calo la fiducia di consumatori e imprese

Dopo un periodo in risalita, durato due mesi (febbraio e marzo) il clima di fiducia dei consumatori è tornato a scendere ad aprile, segnando un'ulteriore diminuzione a maggio. Risultato di un calo del clima economico, personale, corrente e futuro. In calo anche l'indice relativo al clima di fiducia delle imprese.

Secondo quanto rilevato dall'Istat il clima di fiducia dei consumatori nel quinto mese del 2015 si è attestato a 105,7 punti, in calo rispetto ai 108 di aprile e ai 110,6 di marzo (il mese che presenta il valore più alto degli ultimi tempi). Dalle serie storiche dell'Istituto nazionale di statistica emerge che, nonostante l'indice a maggio risulti il più basso degli ultimi quattro mesi, allo stesso tempo risulta il più elevato tra quelli registrati tar il maggio 2012 e il gennaio 2015.

Su base tendenziale infatti, indice risulta in aumento di 3,2 punti rispetto al maggio del 2014, di 22,5 rispetto a quello del 2013 e di 21,7 punti rispetto allo stesso mese del 2012.

Come anticipato il calo dell'indice generale è legato ad un calo dell'indice economico, dai 134 punti di aprile ai 129,5 di maggio; di quello personale, dai 98,9 di aprile ai 98,5 di maggio, di quello riguardante la situazione corrente, da 101,3 a 101; e di quello sulla situazione futura, da 118,3 a 114,4.

A maggio si è presentato in calo, per il secondo mese consecutivo dopo cinque mesi di crescita, anche il clima di fiducia delle imprese. Il dato si è presentato a 102 punti dopo i 102,1 di aprile e i 103,2 di marzo (quando si presentò in netto aumento rispetto ai 97,4 di febbraio, quarto mese consecutivo in crescita dal novembre 2014).

Il calo riportato a maggio è sintomatico dei cali riportati da quasi tutti i settori di attività economica, che si parli di manifattura (da 104 a 103,5), costruzioni (da 113,3 a 111,8) o commercio al dettaglio (da 105,9 punti a 104,3). L'unica eccezione è rappresentata dal settore dei servizi i mercato che hanno registrato una crescita del clima di fiducia di 0,4 punti: da 104,5 a 104,9).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali