FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Non solo da mangiare: la frutta ti fa bella

Lo sapevi? Si possono assumere le sue sostanze benefiche anche senza metterla nel piatto. La cosmesi lo insegna.

La frutta è un vero toccasana per la salute e un alimento indispensabile per il nostro benessere e la nostra bellezza: le vitamine, i sali minerali e gli antiossidanti di cui è ricca danno un fondamentale contributo a un corretto apporto di tutti i nutrienti necessari per il nostro equilibrio e per un aspetto fresco e luminoso. Se il modo più semplice per garantire alla nostra pelle (ma anche ai capelli e alle unghie) il corretto apporto di queste sostanze è consumare le proverbiali cinque porzioni di vegetali al giorno, è vero anche che molti principi salutari possono essere assorbiti direttamente dalla pelle. Ecco allora quali frutti sono i nostri migliori alleati di bellezza, a cominciare da quelli della bella stagione.

Cosmesi naturale: protagonista la frutta estiva

CILIEGIE, FRAGOLE E FRUTTI ROSSI – La colorazione di questi frutti segnala la presenza di antocianine, pigmenti di colore blu e rosso scuro dall’elevato potere antiossidante. Queste sostanze sono molto utili per combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento: sono quindi utilissime per assicurare alla pelle un aspetto fresco e luminoso che perdura negli anni. Non solo: le antocianine sono benefiche anche nel prevenire molte malattie degenerative e per ridurre la fragilità dei capillari, migliorando la circolazione sanguigna, specie negli arti inferiori.

ALBICOCCHE – Questo delizioso frutto ha importanti proprietà idratanti ed emollienti. Ha un sapore delizioso, è digeribile, rinfrescante e contiene poche calorie (circa 28 per 100 grammi di polpa), una proprietà che la trasforma in ottimo alimento per uno spuntino spezza-appetito. E' ricco di minerali (tra cui potassio, calcio, sodio e fosforo) e vitamine, in particolare la A. In cosmesi è molto utilizzato l’olio che si ricava dalla spremitura a freddo del nocciolo, molto indicato per la cura e l’idratazione delle pelli sensibili. Il frutto può essere utilizzato anche nella preparazione di maschere e impacchi emollienti: basta frullare qualche frutto ben maturo e applicare sulla pelle del viso il composto, magari dopo averlo raffreddato in frigorifero. Aggiungendo alla polpa qualche goccia di olio di mandorle e un cucchiaino di miele si ottiene un prodotto idratante e rinfrescante.

COCCO – Oltre alle fettine fresche da sgranocchiare in riva al mare, il cocco ci regala un prezioso olio, da sempre noto per le sue virtù cosmetiche e utilizzato per la cura del viso, del corpo e dei capelli. Un impacco sui capelli asciutti, prima del lavaggio, aiuta a rendere più lucida la chioma, a nutrirla in profondità e a prevenire la formazione delle doppie punte. Applicato sulla pelle, l’olio di cocco è un ottimo idratante: mescolato a un cucchiaio di zucchero si può utilizzare per un peeling delicato. E’ utile anche nella cura dei piedi, specie per chi soffre di talloni screpolati.

PAPAYA – Questo delizioso frutto tropicale è noto da secoli per le sue virtù benefiche, sia nel suo uso alimentare che in cosmetica, tanto da essere considerato paladino dell’eterna giovinezza. Fornisce un ottimo apporto di vitamina C, beta-carotene, flavonoidi e altri aminoacidi essenziali: tutte queste proprietà assicurano un’ottima azione antiaging e un buon effetto contro le macchie cutanee. In più, è un efficace esfoliante ed è utile anche come coadiuvante per la cura dell’acne. Gli enzimi di cui è ricca favorisce la guarigione da lesioni e rossori, favorisce la cicatrizzazione delle ferite e delle scottature, ed è utile persino per prolungare gli effetti di una depilazione: le creme a base di papaina, l’enzima principe contenuto nel frutto, applicate dopo il trattamento, calmano l’irritazione cutanea e rallentano la ricrescita dei peli.

KIWI – Anche se si tratta di un frutto prevalentemente invernale, il kiwi si trova ormai tutto l’anno. E’ ricchissimo di vitamina C, quindi garantisce un buon effetto anti-ossidante e anti-age. Quando il frutto è molto maturo, cambia il suo grado di acidità, potenziando ulteriormente le sue proprietà cosmetiche: è questo il momento in cui utilizzarlo per maschere e impacchi per il viso, anche da preparare in casa, aggiungendo un piccolo quantitativo di olio di mandorle dolci alla polpa di qualche frutto. Importantissima è l’azione dei piccoli semi scuri: sta proprio in loro il massimo potere idratante che assicura alla pelle un aspetto fresco e luminoso.

MELA – Infine il frutto più semplice e più a portata di mano, ma altrettanto prezioso e benefico. E’ ricchissima di principi attivi, fra cui la pectina, le vitamine A, C, B1, B2,PP ed E, il betacarotene, il ferro e gli acidi citrico e malico, che proteggono le cellule. Qualche goccia di succo di mela può essere applicata alla pelle del viso per un effetto rassodante (da lasciare in posa per 5-6 minuti e poi sciacquato con acqua tiepida); la polpa unita a un cucchiaino di zucchero è ottima per un peeling delicato per il viso e per il corpo; qualche fettina di mela cotta nel latte e applicata come una pappa sulla pelle del viso ha potere antirughe. E’ anche un pronto soccorso last minute per un viso stanco da rimettere in forma a tempo di record: basta applicare qualche fetta di frutto sulla pelle del viso per mezz’ora e subito il volto apparirà più fresco e disteso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali