FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Friggione, la “salsa” di cipolle, la tradizione in tavola della cucina bolognese

Friggione, la “salsa” di cipolle, la tradizione in tavola della cucina bolognese
  • DIFFICOLTA facile

Ricetta contorno a base di cipolle bianche e pelati. Potete usare il friggione anche per fare dei crostini o condire la pasta.

 

Se in cottura aggiungete salsiccia o fettine tagliate spesse di prosciutto crudo, avrete un piatto unico di sostanza.

 

La ricetta prevede l’uso dei pelati ma potete utilizzare anche salsa di pomodoro. Per un piatto più rustico affettate grossolanamente le cipolle e non dimenticate il pane!

INGREDIENTI

Per la salsa

  • cipolle 800  g
  • passata (o 200 g pomodori pelati) 300  g
  • acqua 50  g
  • zucchero 8  cucchiai
  • olio Evo e sale q.b.

per sfumare

  • vino bianco q.b.

PROCEDIMENTO

Mondate e tagliate a fette le cipolle poi trasferite in una grande ciotola con due cucchiai di zucchero, coprite con acqua fredda e mescolate.

 

 

Lasciate riposare per un’ora, poi cambiate l’acqua aggiungendo ancora due cucchiai di zucchero.

 

 

Dopo un’ora ripetete di nuovo l’operazione e lasciate riposare per un totale di 3 ore.

 

 

Scolate la cipolla dall’acqua, mettete in una pentola dai bordi alti con olio e sale e fate stufare dolcemente.

 

 

Dopo una decina di minuti sfumate con poco vino bianco, aggiungete due cucchiai di zucchero, mescolate e unite anche i pelati tagliati a pezzi con il loro liquido o la passata e 50 g di acqua se è una passata un po’ densa.

 

 

Fate cuocere dolcemente per un’ora e mezza mescolando di tanto in tanto.

 

 

Se il friggione vi piace più consumato, cuocete anche per due ore.

 

 

Lasciate riposare e se necessario aggiustate di sale.

 

 

Seguite la ricetta su: http://www.tortelliniandco.com

Lo sapevate che...

Piatto della tradizione bolognese la cui ricetta originale è del 1886 e attribuita a Maria Manfredi Baschieri. La mia nonna invece dello zucchero, in cottura, aggiungeva due cucchiai di confettura d’albicocche.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali