UN BINOMIO PARTICOLARE

La gelateria di Otranto che è anche etichetta discografica

Una gelateria fuori dal comune

05 Lug 2024 - 07:00
1 di 6
© Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa

© Ufficio stampa

© Ufficio stampa

Anche il gelato è arte. Per questo, la Gelateria Fisotti, aperta nel 2012 da Francesco Fisotti e situata sul lungomare di Otranto (Lecce), nel centro storico, nel pieno via vai di turisti da ogni parte del mondo, negli anni si è specializzata nella produzione di gelato naturale, realizzato solo con materie prime di alta qualità e senza l’uso di preparati, coloranti e aromi chimici.

L’amore per il gelato si unisce a quello per la musica: Francesco Fisotti, che all'attività di maestro gelatiere alterna anche quella di dj e produttore, ha sviluppato l’estetica della sua arte attorno al binomio gelato/clubbing fondando l’etichetta indipendente Quattro Bambole Music. Tra le diverse uscite dell'etichetta spicca proprio la collana “Gelato Italiano”, nata con l'idea di realizzare una colonna sonora che fosse in grado di entrare da protagonista negli spazi della Gelateria. Una compilation che presenta i contributi di diversi artisti, tra disco, house e funk, con diverse sfumature al suo interno, in equilibrio tra “corpo” e “dolcezza”.

Il gelato Fisotti

Insignita dei “Due Coni” dalla Guida del Gambero Rosso, il gelato Fisotti è sempre fresco, espresso, prodotto giornalmente nel laboratorio a vista. I gusti classici sono realizzati con l’attenzione per le materie prime che vengono acquistate da aziende bio dislocate in diverse parti d’Italia: la mandorla della Puglia, la nocciola del Piemonte, le arachidi toscane, le noci del Veneto, il pistacchio siciliano, l’amarena di Cantiano.

Vengono utilizzati tanti tipi di massa monorigine proveniente da diverse parti del Sudamerica e dell’Africa: Perù, Ecuador, Venezuela, Uganda, Madagascar e altre. I gusti al cioccolato vengono realizzati lavorando la massa di cacao che si ottiene direttamente dalle fave di cacao. La frutta fresca utilizzata per i sorbetti e le granite è acquistata da aziende agricole locali, come la fragola bio dell’Azienza Agricola Cumento, il fico di Opunzia di Titti Diviccaro o la maracuja di Lizzanello di Gino Mingiano, oltre che ai frutti degli alberi di proprietà come fico e gelso moro. A questo si aggiungono le sperimentazioni di varie creme all’uovo aromatizzate con spezie e liquori, il croccante di semi di zucca, il sesamo nero, il blu naturale, avocado e cocco, il pesto di basilico e gusti locali come il pasticciotto, il biscotto mostacciolo, la copeta, il gelato all’oliva Cellina.

Gelato e musica, un binomio perfetto

Dopo anni di militanza in vari ambienti musicali come cantante, il dj e produttore Francesco Fisotti ha deciso di unire le sue due passioni gelato/beats, e nel 2018 ha fondato l’etichetta indipendente Quattro Bambole Music, una realtà underground nella quale gravitano diversi dj, beatmaker, rapper, musicisti, grafici, fotografi, con già all’attivo oltre quindici pubblicazioni. Il progetto “Gelato Italiano” nasce nel 2023, con l’intento di realizzare una colonna sonora che diventasse protagonista degli spazi della Gelateria.

Una compilation che presenta i contributi di diversi artisti, tra disco, house e funk, con diverse sfumature al suo interno, quasi come i vari gusti di un gelato e che quest’anno giunge al suo secondo volume. Il sound è immancabilmente estivo e gli artisti protagonisti del secondo volume vengono da diverse parti d’Italia e non solo: Daddario da Bologna, Steal Tapes da Milano, Club Paradiso e Sparkling Attitude da Rimini, JellyFish da Lecce, i Pleasure Voyage da Budapest. Questo progetto consacra finalmente le due attività della vita di Fisotti, maestro gelatiere, discografico e ricercatore di musica. A caratterizzare l’estetica della compilation le foto a pellicola di Vero Smalto, che ritraggono la località Fascio di Otranto nel primo volume e la Cala dell’Acquaviva a Castro nel secondo volume.

Di Indira Fassioni

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri