FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pisa, era stato gettato vivo in un cassonetto: è morto il cane Lucky

Era stato trovato da un passante qualche giorno fa, lʼAssociazione Amici Animali a 4 zampe ha poi cercato di salvarlo ma Lucky non ce lʼha fatta

Pisa, cane gettato vivo nella spazzatura

Era stato gettato in un cassonetto dell’immondizia, avvolto in un sacco nero, a Terricciola (Pisa) il cane Lucky. Un passante lo aveva poi trovato per caso sentendo i suoi lamenti di dolore. Da lì la corsa contro il tempo dei veterinari dell'Associazione Amici Animali a 4 zampe per salvarlo. Purtroppo però, il quattrozampe non ce l’ha fatta. E' stata l’associazione stessa, su Facebook, a dare il triste annuncio della sua morte: "Il nostro cuore è a pezzi, avremmo voluto un finale diverso". 

Le richieste di adozione - Sono tanti coloro che, dopo la notizia del ritrovamento di Lucky, hanno chiesto all’associazione di poter adottare Lucky. "Purtroppo lui non ce l'ha fatta ma altri vecchietti che arrivano da altrettante situazioni disperate cercano adozione", ha scritto Amici Animali a 4 zampe.

 

La sepoltura di Lucky - Lucky è stato sepolto tra le colline di Lajàtico, in provincia di Pisa. "Visto che il suo aguzzino lo aveva buttato nel cassonetto, abbiamo deciso di dare al cane almeno la sepoltura...ci sembrava il minimo dopo tutto quello che ha passato", conclude l’associazione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali