FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Isernia, cucciolo finisce nel fiume: lʼabbaiare della madre fa scattare le operazioni di salvataggio

Alcuni passanti hanno raccolto lʼallarme e i vigili del fuoco sono intervenuti con tecniche speleologiche per il lieto fine

Con il suo abbaiare concitato ha fatto scattare prima l'allarme e poi i soccorsi e ha continuato ad abbaiare durante l'attività di salvataggio condotta dai vigili del fuoco di Isernia, quasi a voler incoraggiare e infine ringraziare gli operatori. Protagonisti di questa storia sono un cucciolo e la sua mamma: il piccolo era precipitato sul greto del fiume Sordo, con le acque ingrossate dalle ultime piogge. Sua madre ha iniziato a fare tutto il possibile per richiamare l'attenzione degli abitanti della zona. L'intervento con tecniche speleologiche da parte dei pompieri, che si sono calati dall'alto sul fiume, ha permesso il lieto fine.

A dare la notizia con tanto di video, via Twitter, il corpo nazionale dei vigili del fuoco. Ad accompagnare le immagini, poche ma tenere parole: "Cagnolino salvo grazie alla sua mamma! Il cucciolo è stato individuato sul greto del fiume Sordo a #Isernia, grazie all'abbaio continuo della mamma che ha allertato gli abitanti. I #vigilidelfuoco lo hanno recuperato con tecniche #speleo #salvataggiquotidiani".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali