FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

L'orso della Val d'Ossola va a caccia di miele e ci lascia "lo zampino":  fotosegnalato dalla polizia provinciale

Si potrebbe dire che "tanto va l'orso al miele che ci lascia lo zampino", parafrasando il vecchio adagio su gatto e lardo. Dopo le scorribande notturne del plantigrado, infatti, gli apicoltori della Val d'Ossola hanno trovato sei arnie distrutte e su di esse c'era anche la firma dell'autore: la zampa impressa sull'alveare danneggiato. La polizia provinciale del Verbano-Cusio-Ossola, intervenuta sul posto, ha così fatto avere a Tgcom24 le immagini, compresa la foto dell'orso goloso. L'animale, infatti, nella notte era stato "catturato" dalle fototrappole degli agenti nella fascia montana tra le frazioni di Tappia e Sogno, sulle pendici del Moncucco, ma può continuare a respirare aria di libertà. "Credo che al momento non sia in programma nessuna cattura, mancando i presupposti per eventuali ordinanze di merito", assicura a Tgcom24 il comandante della polizia pronvinciale Vco Riccardo Maccagno. Potrebbe trattarsi dello stesso orso che nel giugno del 2019 era apparso alcuni chilometri più a nord, a Crevoladossola

L'orso della Val d'Ossola va a caccia di miele e ci lascia "lo zampino":  fotosegnalato dalla polizia provinciale

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Si potrebbe dire che "tanto va l'orso al miele che ci lascia lo zampino", parafrasando il vecchio adagio su gatto e lardo. Dopo le scorribande notturne del plantigrado, infatti, gli apicoltori della Val d'Ossola hanno trovato sei arnie distrutte e su di esse c'era anche la firma dell'autore: la zampa impressa sull'alveare danneggiato. La polizia provinciale del Verbano-Cusio-Ossola, intervenuta sul posto, ha così fatto avere a Tgcom24 le immagini, compresa la foto dell'orso goloso. L'animale, infatti, nella notte era stato "catturato" dalle fototrappole degli agenti nella fascia montana tra le frazioni di Tappia e Sogno, sulle pendici del Moncucco, ma può continuare a respirare aria di libertà. "Credo che al momento non sia in programma nessuna cattura, mancando i presupposti per eventuali ordinanze di merito", assicura a Tgcom24 il comandante della polizia pronvinciale Vco Riccardo Maccagno. Potrebbe trattarsi dello stesso orso che nel giugno del 2019 era apparso alcuni chilometri più a nord, a Crevoladossola