FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ripetizioni di Fortnite: lʼultima moda dei genitori americani

Oltre un migliaio di "tutor" assunti per aiutare i figli a migliorare nella Battaglia Reale del free-to-play di Epic Games

Ripetizioni di Fortnite: l'ultima moda dei genitori americani

Alzi la mano chi non ha mai avuto bisogno di ripetizioni: Matematica, Fisica o Filosofia possono essere materie particolarmente complesse che richiedono l'aiuto di un tutor, eppure da qualche mese c'è una "disciplina" che sta monopolizzando le attenzioni di genitori e figli. Stando a un articolo del Wall Street Journal, molti genitori statunitensi stanno assumendo dei tutor per permettere ai propri figli di migliorare nel gioco del momento, il famigerato Fortnite: Battle Royale.

Per quanto assurda possa sembrare l'idea, sembra che alcuni genitori non sopportino l'idea che i propri figli possano perdere una sfida multiplayer online, mentre altri definiscono questa mossa necessaria per poter superare l'imbarazzo che si prova nelle prime partite del free-to-play sviluppato da Epic Games. Non manca chi arriva addirittura a prendere lezioni private insieme al proprio figlio nel tentativo di avvicinarsi a lui e "consolidare il proprio rapporto".

Il fenomeno, che dallo scorso marzo a oggi si è esteso in tutto il mondo, ha visto migliaia di genitori ricorrere a giocatori professionisti che svolgono il ruolo di "coach" per aiutare ragazzi e adulti a migliorare le proprie abilità in Fortnite. In rete non mancano infatti portali creati appositamente per offrire questi servizi, resi particolarmente popolari grazie agli annunci sui social network. Un singolo sito, in particolare, avrebbe soddisfatto più di 1.400 richieste in meno di sei mesi.

Increduli gli stessi "coach", che nella maggior parte dei casi sono ragazzi di 18 anni già addentrati nel mondo eSports. Un giovane tutor dello Utah sostiene che "suo padre non lo avrebbe mai pagato per prendere lezioni su come giocare ai videogiochi", eppure sembrerebbe che il numero di genitori disposti a pagare pur di aiutare i figli a diventare più esperti in Fortnite (che, almeno in teoria, dovrebbe essere un semplice passatempo) sia in continuo aumento.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali