FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

La pizza batte lʼhamburger su Instagram

Il piatto italiano fotografato dieci volte in più sul social

La pizza batte l'hamburger su Instagram

La pizza batte l'hamburger dieci a uno. Almeno secondo gli ossessionati fotografi di Instagram. La ricerca, promossa dallo chef Alessio Mecozzi e realizzata in collaborazione con l'agenzia di comunicazione Klaus Davi, evidenzia che la pizza è in assoluto il piatto più fotografato e selfato di tutto il pianeta. Nella top ten del food porn la pizza svetta con oltre 17 milioni di scatti.

La pizza batte l'hamburger su Instagram

Non è l'Italia a premiare la pizza - Ma, contrariamente alle aspettative, non è l'Italia a vantare il maggior numero di "pizza-addicted", bensì New York, il cui numero di fotografie con hashtag #pizza (pari a 6,1%), è più alto di quello di Napoli (2,1%), Roma (0,7%), Milano (1,6%) e Bologna (0,8%) messe assieme. Non a caso, negli Stati Uniti si divorano in media 13 chili di pizza a persona all'anno, quasi il doppio rispetto al nostro Paese, dove se ne consuma circa la metà.

Sono le star a lanciare la moda del food porn
- La bella attrice Laura Torrisi cede a un selfie con una appetitosa pizza würstel e patatine. La cantante Beyonce e l'attrice Martina Stoessel (in arte Violetta) immortalano il loro amore per la margherita, mentre il cantante degli One Direction Niall Horan si tuffa in una bella pomodoro e mozzarella oversize. Le immagini svelano inoltre veri e propri amori gastronomici.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali