FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Da Napoli a Monza: hai la pelliccia? Allora vietato entrare nel locale

La pizzeria partenopea Sorbillo e i gestori di un bar brianzolo hanno vietato lʼingresso ai clienti con indosso capi di animali

Da Napoli a Monza: hai la pelliccia? Allora vietato entrare nel locale

Niente pizza per chi indossa la pelliccia: è l'ultima trovata di Gino Sorbillo. Il pizzaiolo nega la possibilità di mangiare nella sua pizzeria, in Via dei Tribunali a Napoli, ai clienti insensibili ai diritti degli animali "perché è un capo che dimostra la violenza gratuita con cui vengono trattati gli animali che vengono uccisi per fare abiti non indispensabili", hanno detto il consigliere dei Verdi, Francesco Borrelli, e Gianni Simioli, della trasmissione "La radiazza".

"Fortunatamente, la maggiore sensibilità verso i diritti degli animali ha portato a una drastica riduzione dell'uso delle pellicce, ma sono ancora tante le persone che le usano e, quindi, ben vengano iniziative come questa", hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali "la stragrande maggioranza dei clienti di Sorbillo, quasi tutti praticamente, hanno dimostrato di apprezzare l'iniziativa".

Anche un locale di Monza, il bar Arengo, è della stessa opinione di Sorbillo e ha proibito l'ingresso ai clienti che indossano pellicce con un cartello, affisso sulla porta, che ritrae un capo di animale sbarrato e la scritta "Io non posso entrare. In questo bar si rispettano gli animali". E, ovviamente, c'è chi ha apprezzato molto l'iniziativa e chi invece parla di "discriminazione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali