FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Velo nuziale: meglio a cattedrale o fingertips?

Scopri la lunghezza e lo stile idelae a seconda dell’abito e della forma del viso

Il velo è uno degli accessori per eccellenza della sposa e va scelto con molta cura perchè deve assecondare le caratteristiche fisiche e il modello dell’abito scelto per il giorno del matrimonio. Si tratta di un elemento che ha un percorso storico molto importante e, per questo, va rispettato.

Velo da sposa: scopri tutti i modelli

La storia del velo nuziale, infatti, affonda le sue radici nel lontano passato e ha sempre racchiuso in se una particolare simbologia: era espressione della purezza della sposa e aveva anche la funzione di proteggere la nuova unione dalle forze maligne. Questo accadeva soprattutto nel Medioevo quando lo si adornava di fili d’oro e perle, e molto spesso copriva il volto della sposa, per ricordare al futuro marito che si deve andare oltre la bellezza fisica.

Il significato del velo è poi mutato nel corso del tempo ed in epoca più moderna è stato uno degli elementi che caratterizzavano la classe sociale della sposa: le donne d’alto rango potevano scegliere veli più sontuosi, mentre le meno abbienti si dovevano accontentare di tessuti meno pregiati e dal taglio più corto.  Oggi, invece, gli aspetti culturali della tradizione del velo nuziale hanno lasciato spazio alla moda e il velo è esclusivamente un accessorio, anche se imprescindibile. Nell’immensa giungla di modelli, tessuti e stili sui quali può spaziare la nostra scelta, occorre un po’ di attenzione per non inciampare in combinazioni completamente sbagliate. 

Tra le forme più tradizionali e romantiche troviamo il velo a Madonna. Spesso bordato in pizzo, è appoggiato sul capo ed è l’ideale su abiti dal taglio liscio e lineare, ma anche sugli abiti più preziosi.

Quello a Cattedrale è il sogno di tutte le bambine: è il più lungo in assoluto, forma lo strascico e mette in risalto abiti vaporosi e importanti. Il velo a Cappella è, per così dire, il suo fratello minore perché è più piccolo, ma arriva comunque fino a terra. Può essere portato anche con un vestito con strascico, ma questo deve essere più corto del velo per risultare elegante ed armonico.

Il velo Fingertips è molto versatile: lungo fino alle dita della sposa e appoggiato sulle spalle, si può indossare sia con abiti smanicati che con le maniche lunghe, con modelli a sirena o con abiti dal taglio princess. Le più romantiche e misteriose lo preferiscono con la variante del doppio strato che richiama l’antica tradizione dello sposo che scopre il volto della sposa sull’altare. Questo modello è da preferire lineare e semplice soprattutto su abiti molto decorati.

A contrasto con le antiche usanze è il Velo a Triangolo che è invece perfetto per una sposa anni ’60: si appunta con un pettinino che può avere diversi decori ed è costituito da più strati che gli conferiscono molto volume.

Sull’ondata vintage invece troviamo la veletta e il Fascinator. La prima può essere appuntata sulla sommità della testa o lateralmente e la lunghezza può variare dalla fronte al mento. Il secondo è un prezioso fermaglio arricchito da piume, nastri o perline, che deve essere posizionato nella parte bassa della nuca, in genere nel punto in cui parte l’acconciatura.

Da non dimenticare l’affascinante Cap Veil o velo anni ’20 che ricorda la cloche dei primi anni del ‘900 che ha caratterizzato lo stile Charleston: è spesso decorato con pizzo, nastri o perle ed è l’ideale per le spose con una forte personalità che intendono stupire con combinazioni a tema o con elaborati effetti contrasto.

Nella scelta del velo giusto si deve tener conto non soltanto del modello dell’abito, ma anche e soprattutto della forma del vostro viso. Bastano soltanto piccoli accorgimenti che serviranno a dare armonia alla vostra figura ed essere perfette nel vostro giorno più bello.

Chi ha il volto ovale può optare per un velo a più strati oppure per l’affascinante Cap Veil, mentre chi ha il viso allungato può appuntare il velo nella parte inferiore della testa. La forma a cuore permette di scegliere un velo a doppio strato in cui quello superiore non dovrà andare oltre la lunghezza del mento. Il velo di chi ha il viso rotondo dovrà cadere da entrambi i lati, come il velo a Madonna, per assottigliare i tratti. Per una forma più quadrata l’ideale è il Fingertips che ammorbidisce e allunga il viso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali