FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Lupo ucciso e appeso a fermata bus nel Riminese, scoppia lʼindignazione

La foto, corredata di denuncia, è stata pubblicata sulla pagina Facebook di "Basta delfinari": "I mostri sono ovunque"

Lupo ucciso e appeso a fermata bus nel Riminese, scoppia l'indignazione

La carcassa di un lupo grigio italiano, appesa con le zampe posteriore alla pensilina di una fermata dell'autobus è stata ritrovata questa mattina a Coriano - nel Riminese - nella frazione di Ospedaletto, in via Montescudo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Riccione per le indagini. La foto è stata pubblicata su Facebook scatenando l'indignazione degli utenti: "I mostri sono ovunque".

L'animale appeso per le zampe a una pensilina della fermata dell'autobus locale di trasporto urbano, è stato rinvenuto, senza vita ma ancora sanguinante: presenta al collo una ferita mortale provocata verosimilmente dall'esplosione di un colpo di arma da fuoco di grosso calibro.

A scoprire il corpo sono stati alcuni ragazzini che stavano andando a scuola e che hanno avvertito le forze dell'ordine. Della scena sono state pubblicate alcune foto sul profilo Facebook di "Basta delfinari". "Nessuna motivazione è ammissibile e a volte i violenti si trovano proprio sotto casa nostra. I mostri sono ovunque", denunciano dal social network.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali