FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

A Oristano speranze per Freccia, il cane trafitto da un arpione

“Chi gli ha fatto questo è l’emblema della crudeltà assoluta e dell’assenza di anima”, ha detto una veterinaria della clinica Duemari

A Oristano speranze per Freccia, il cane trafitto da un arpione

“Stiamo resistendo. Freccia ha passato una giornata abbastanza tranquilla. È continuamente monitorato. Più ci allontaniamo dal trauma più possibilità avremo”: parole rassicuranti quelle del personale della clinica veterinaria Duemari di Oristano, la struttura in cui è ricoverato Freccia, il cane da caccia trafitto a Nuoro da un arpione subacqueo modificato e sparato dalla carabina di un bracconiere.

L'asta d'acciaio ha perforato il fegato, l'esofago e il polmone sinistro dell’animale. Ma, dopo l’operazione, Freccia sta meglio: “Oggi ha la faccia della speranza, flebile lumicino. La sua prognosi è riservatissima, per non dire infausta, ma lui non lo sa e ci spera”, fanno sapere su Facebook i veterinari.

Intanto, il cagnolino da caccia ha conquistato i cuori di tutti e la sua storia è diventata virale sul web. Migliaia di persone fanno il tifo per lui e seguono con trepidazione la vicenda. “Chi gli ha fatto questo è l’emblema della crudeltà assoluta e dell’assenza di anima”, ha detto una veterinaria della clinica Duemari.

E, questa mattina, pare essersi svegliato bene...

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali