FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Professione Influencer #5 VoloGratis: "Ho trasformato il licenziamento in un’opportunità"

Dal 2009 Andrea Petroni condivide sui social consigli per viaggiare risparmiando ed è diventato così uno dei travel blogger più famosi dʼItalia

Trasformare il licenziamento in una nuova vita non è da tutti, eppure Andrea Petroni c’è riuscito. Dopo aver perso il proprio lavoro presso un istituto finanziario nel 2009 ha creato VoloGratis.org, uno dei travel blog più famosi d’Italia, condividendo suggerimenti e trucchetti utili per organizzare viaggi risparmiando.

Grazie a quei consigli, Andrea ha cambiato vita ed ha creato una community che conta più di 45mila follower su Instagram e 122mila like su Facebook. Così la sua carriera è decollata: per anni ha avuto uno spazio su una famosa radio nazionale; ha scritto un libro “Professione Travel Blogger” giunto alla seconda edizione e dal prossimo anno insegnerà Influencer Marketing presso un'università privata. Un percorso umano e professionale che merita senz'altro d'essere approfondito.

Quale account su Instagram non puoi fare a meno di seguire? E quale invece non seguiresti mai?
A me piacciono molto i travel blogger americani, come ad esempio The blonde abroad. Non seguo account prettamente fashion o beauty ma solo perché non mi interessa l’argomento.

Ciò che gli influencer mostrano attraverso i loro profili corrisponde alla vita reale?
Purtroppo quasi mai. Su Instagram si tende a mostrare la perfezione e molti condividono addirittura una vita che non gli appartiene. Le pose sono costruite a tavolino, le foto ritoccate all’inverosimile: ci sono perfino app che con pochi e semplici passaggi sono in grado di rimodellare il corpo e cambiare il colore degli occhi. Però tutto questo mostrare lusso, bellezza e perfezione rischia di generare nei follower stati di ansia e depressione.

Qual è stato il commento negativo di haters che ti ha ferito di più? 
Ne ho ricevuto uno sotto a un video in cui parlavo dell’imminente uscita della seconda edizione del mio libro. Un tizio ha scritto: “Ecco un altro che non ha voglia di lavorare. Ma lavorare vi fa così tanto schifo?”. Mi ha fatto riflettere sulla percezione che in molti purtroppo qui in Italia hanno ancora sulla figura del blogger ritenuto come quello che si diverte sui social invece di lavorare, non capendo che dietro a qualsiasi blog di successo si nasconde tantissimo impegno e studio. La mia reazione è stata quella di invitarlo con molta educazione a leggere i post in cui ho raccontato di come e perché ho scelto di diventare un travel blogger di professione e cosa ho fatto per diventarlo. Non mi ha più risposto. Non sono stato uno di quelli che ha mollato tutto per inseguire un sogno, ho solo cercato di trasformare l’evento negativo del licenziamento in un’opportunità.

La cosa per cui sono più utili i social secondo te?
I social sono utili per creare e mantenere le relazioni tra le persone, anche se ormai sono diventati puro intrattenimento. Instagram ha la funzione di ispirare, mentre Facebook, YouTube e Twitter - se filtrati dalle fake news - possono essere anche fonte di utili informazioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali