FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pokémon Go, continuano gli incidenti stradali: in Italia investito un 14enne che cercava i mostriciattoli

Forti polemiche anche in Germania: persino nel campo di concentramento di Auschwitz si possono catturare i personaggi del gioco. Ma la Nintendo, per ora, tace

Pokémon Go, continuano gli incidenti stradali: in Italia investito un 14enne che cercava i mostriciattoli

Dopo lo scontro per le strade dell'americana Baltimora, anche in Italia si hanno incidenti a causa di Pokémon Go: un 14enne di Giulianova (Teramo) è stato investito da un'auto mentre, in bicicletta, cercava di catturare un mostriciattolo. Il baby ciclista, vivo per miracolo, ha raccontato dal letto dell'ospedale la sua disavventura, che poteva finire in tragedia. Nel Nolano, invece, una trentenne è stata travolta da un'automobilista che, mentre guidava, inseguiva un Pokémon.

Anche all'estero non si placano le polemiche sul gioco della Nintendo. Trovare i Pokémon è possibile ovunque, anche in posti decisamente non adatti al gioco. Tra gli altri, il campo di concentramento di Auschwitz, dove Pikachu, Bulbasaur e gli altri mostriciattoli sono stati trovati tra le lapidi del memoriale dell'Olocausto. Altri luoghi hanno chiesto alla Nintendo di essere esclusi dal gioco, ma - per ora - senza successo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali