FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La parola dellʼanno è... una emoticon Vince la faccina che piange dal ridere

Lo ha deciso il prestigioso Oxford Dictionary britannico. Battute, tra le altre, le parole Rifugiato, Brexit, Sharing economy e Ad blocker

La parola dell'anno è... una emoticon Vince la faccina che piange dal ridere

Se non è una rivoluzione poco ci manca: l'Oxford Dictionary ha incoronato come parola dell'anno una emoticon. La faccina che piange dal ridere, utilizzata nei messaggi e nelle chat di tutto il mondo, ha sbaragliato la concorrenza. Battute, tra le altre, le parole rifugiato, Brexit (l'eventuale uscita del Regno Unito dall'Ue), Dark web, Sharing economy e Ad Blocker. La motivazione? "Riflette meglio l'ethos, l'umore e le preoccupazioni del 2015".

La faccina che piange dal ridere è la più utilizzata a livello globale e rappresenta il 20% di tutte le emoji inviate dai britannici e il 17% di quelle digitate dagli statunitensi, con una crescita sul 2014 del 4% e 9% rispettivamente.

A dimostrare la diffusione sempre maggiore delle "faccine" c'è anche Twitter. Stando ad alcune indiscrezioni, il microblog sta testando la possibilità di far esprimere apprezzamento per un tweet non più solo assegnando un cuoricino, simbolo che di recente ha sostituito la stella, ma potendo scegliere tra diverse faccine, da quella divertita a quella stupita e contrariata.

L'albo d'oro della competizione - E' la prima volta nella storia che a vincere il concorso "La parola dell'anno" non è una parola. Lo scorso anno si impose "svapare", ossia il gesto di chi fuma le sigarette elettroniche. Nel 2013 trionfò il selfie, parola che fu insignita di un simile riconoscimento anche dall'italianissimo Zingarelli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali