FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Con l'app Xtribe l'ecommerce si fa nel quartiere

Nasce nel 2012 a Pesaro da una intuizione di due giovani imprenditori, Mattia Sistigu ed Enrico Dal Monte

xtribe
Ufficio stampa - Enrico Dal Monte Co-funder & CEO Xtribe e Mattia Sistigu Co-founder & COO Xtribe

Far scendere le persone nelle strade del proprio quartiere e farle conoscere facendo affari, scambiando, vendendo o noleggiando prodotti e servizi.

Con questa idea nasce nel 2012 a Pesaro l'applicazione Xtribe, da una intuizione di due giovani imprenditori, Mattia Sistigu ed Enrico Dal Monte. Nelle compravendite online, di fatto, venditore e compratore sono spesso separati da uno schermo senza avere alcun tipo di scambio. Xtribe, essendo un’app di prossimità, incentiva invece le relazioni umane e il commercio nei negozi di zona.

Il punto di forza di Xtribe è proprio quello di dare alle persone l’opportunità di riscoprire le attività commerciali caratterizzate dai punti vendita fisici. Facendo ciò, è tutto più semplice: quando il prodotto o servizio dei nostri desideri si trova vicino, precisamente nel nostro quartiere, si è anche più invogliati all’acquisto. Questo è il punto di forza di Xtribe, l’applicazione si differenzia dalle altre presenti sul mercato proprio per l’estrema semplicità con cui si dà vita a una trattativa e si porta a termine una vendita o un acquisto. Non solo. Ha anche tutte le carte in regola per facilitare il riciclo, la sostenibilità e l’economia circolare, salvaguardando l’ambiente e disincentivando gli sprechi.



La piattaforma, scaricabile su dispositivi iOS e Android, permette agli utenti di interfacciarsi ed eseguire azioni di compravendita in modo rapido ed economico. Nessun intermediario, nessun costo o tempo aggiuntivo, attraverso il servizio di geo localizzazione tipico degli smartphone, per mezzo di una chat interna, è possibile entrare direttamente in contatto con il venditore e organizzare al meglio la compravendita a “chilometro zero”.


 


All’interno della piattaforma sono presenti due diverse tipologie di utenti: il profilo Free e il profilo Store. Il primo, pensato principalmente per i privati, è gratuito e offre la possibilità di mettere in vendita un numero massimo di sei annunci contemporaneamente. Nel caso in cui si volessero avere più spazi a propria disposizione, è possibile acquistarli tramite un sistema a crediti. Non è richiesta alcuna commissione sulla vendita.


 


Per i venditori professionisti, invece, è presente il profilo Store: con un abbonamento, si ha accesso alla vendita di un numero illimitato di prodotti o servizi e ovviamente altre funzioni pensate unicamente per chi ha necessità di importanti vendite, come per esempio negozianti o professionisti. 


 


La piattaforma conta a oggi cinque sedi (una a Pesaro, due sedi commerciali a Milano e a Roma, una a Londra e una di rappresentanza a New York) e vanta oltre 700mila download. I due giovani imprenditori non hanno intenzione di fermarsi, anzi, nei loro programmi vi è persino la quotazione sulla Borsa americana.


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali