FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Uomini e Donne", Maria De Filippi riprende Armando per una frase sessista

La replica del cavaliere: "Volevo dire unʼaltra cosa"

"Risulta debole, ma non in quanto sesso inferiore all'uomo". Così Armando a "Uomini e Donne" descrive Nicole una nuova dama che sta frequentando durante il trono over. L'affermazione del cavaliere campano, però, ha suscitato subito delle perplessità alla conduttrice Maria De Filippi che è intervenuta per dare modo ad Armando di spiegarsi meglio rispetto a una frase che può essere considerata sessista. 

"Chi te l'ha detto che è inferiore, lo stai dicendo tu?", la conduttrice chiede al cavaliere di spiegare meglio il concetto. "Nicole ha quel lato femminile che, secondo me, è importantissimo in una donna", ha specificato Armando.  "Per come lo hai detto prima sembrava che la donna fosse inferiore all'uomo", ha sottolineato De Filippi. "No, assolutamente no", ha replicato infine Armando che ha apprezzato molto la personalità della dama che sta frequentando. "Mi ha fatto capire che la figura di un uomo accanto a una donna è molto importante - ha proseguito il cavaliere - e questo mi porta a darle protezione, ad abbracciarla e a cercare di capirla. Volevo dire questo", ha concluso Armando che ha ringraziato Maria per avergli dato la possibilità di spiegarsi. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali