FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Serie tv insinua dubbi sulla paternità di Harry, bufera in Gran Bretagna

Lo show della Bbc "King Charles III" scatena la polemica

Non è ancora andata in onda (il via è previsto per il 10 maggio) ma è già finita nell'occhio del ciclone la serie tv britannica "King Charles III". Lo show della Bbc immagina un regno con il principe Carlo sul trono e si prende qualche "licenza poetica" nei confronti dei reali. A scatenare le polemiche la battuta di un personaggio che - secondo le anticipazioni - mette in dubbio la paternità del secondogenito Harry.

"King Charles III", la serie tv contro i reali inglesi

Un'insinuazione "screditata" ormai da tempo insorge il Mail on Sunday e che mira ad "infliggere deliberatamente un nuovo dolore" al secondogenito della defunta Lady D. Buckingham Palace ufficialmente tace, ma non Rosa Monckton che fu confidente di Diana e attacca: "La Bbc non merita i milioni di sterline che incassa con il canone".

La produzione e la Bbc si sono difese, sostenendo che si tratta solo della trasposizione televisiva di "un'opera di fantasia" che si limita a ispirarsi a personaggi reali nel contesto della monarchia britannica. E che tuttavia aveva già suscitato reazioni perplesse nella versione teatrale di Mike Bartlett, andata in scena nel West End.

Il sospetto che Harry potesse essere figlio non di Carlo, ma di James Hewitt - ufficiale divenuto amante di Diana nei primi tempi della crisi del suo matrimonio - è circolato a più riprese sui tabloid in passato. L'indiscrezione è però sempre rimasta sul livello di pettegolezzo, con incongruenze su fatti e tempi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE