FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Le Iene" lo scherzo a Paolo Ruffini, l’attore in lacrime: "Ora viene fuori che sono il Lex Luthor dei down"

Il comico livornese vittima della trasmissione con la complicità dei ragazzi della sua compagnia "Up&Down" che lo accusano di essere il mandante di un furto

 

 

Prima la preoccupazione, poi la rabbia, infine le lacrime. Paolo Ruffini è l’ultima vittima de "Le Iene" che gli hanno organizzato uno scherzo con la complicità dei ragazzi della sua compagnia "Up&Down". La trasmissione di Italia 1 ha fatto credere all’attore e conduttore che uno dei suoi ragazzi con la sindrome di down, fosse finito nei guai.

 

Giacomo, sparisce per un pomeriggio, per poi tornare accompagnato da due agenti della Polizia che lo accusano di aver rubato delle magliette in un negozio. Nonostante il ragazzo continui ad accusare Ruffini di essere il mandante del furto, Paolo lo difende a spada tratta perdendo anche le staffe quando vede Giacomo ammanettato.

 

"Ora viene fuori che io sono il Lex Luthor dei down, che c'ho una squadra di ragazzi che mando in giro per l'Italia a rubare", ironizza l’attore che dopo diverse ore di tensione e paura scopre di essere vittima di uno scherzo. "Mi dispiace quando la gente non capisce, io ci lavoro da tanto su sta roba", si sfoga Ruffini tra le lacrime.