FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Katia Follesa ospite di Chiambretti mostra in diretta i folti peli sotto le ascelle: "Amatevi per come siete"

La provocazione dellʼattrice comica a "#CR4 - La Repubblica delle Donne" viene accolta con imbarazzo dal conduttore

 

Ospite in studio a "#CR4 - La Repubblica delle Donne" per un divertente monologo sulle gambe delle donne, l'attrice comica Katia Follesa non perde tempo e rifila una piccola stoccata a Belen Rodriguez: "Bella come il silicone l'ha fatta" commenta di fronte alla foto postata su Instagram dalla showgirl.

 

La provocazione però è ancora lontana e dopo essersi presa del tempo per fare ironia sullo stesso conduttore e se stessa, Katia decide di mostrare a tutti le sue game nude, sempre in foto, e particolarmente pelose. "Queste sono le gambe di una donna vera, abbia pazienza. Vorrei lanciare un messaggio, donne, siate voi stesse" aggiunge, prima di togliersi la giacca, restando solo con un top nero, e alzare le braccia per mostrare con orgoglio i folti peli sotto le ascelle. Il tutto sotto lo sguardo imbarazzato di Piero Chiambretti.

 

Finti o veri che fossero, quei peli messi in mostra avevano come obiettivo quello di "liberare" le donne da tabù e schemi estetici. "Amatevi per come siete" ha gridato infatti l'attrice prima di essere congedata con freddezza dal conduttore.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali