FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, morta in ospedale la mamma di Piero Chiambretti

Aveva 83 anni, era ricoverata a Torino da circa una settimana

La mamma di Piero Chiambretti, la signora Felicita, non ce l'ha fatta. E' morta sabato sera all'ospedale Mauriziano di Torino, dove era ricoverata da circa una settimana perché positiva al coronavirus. Lo si apprende da fonti ospedaliere. Aveva 83 anni.

Numerosi i messaggi di cordoglio che giungono dal mondo della tv. "Ho avuto la fortuna di conoscere Felicita Chiambretti venti anni fa - scrive Luca Telese -: una donna ironica, intelligente, spumeggiante". "Ciao Felicita, donna poetica e coraggiosa. Proteggi Piero e dagli la forza necessaria. Piero Chiambretti ha perso la sua mamma speciale. Il nostro cuore è con lui. Non ci sono più parole", è il messaggio della giornalista Francesca Barra.

 

Piero Chiambretti era molto legato alla madre, poetessa e autrice di canzoni, considerata da molti la vera artista di famiglia. "Io sono una persona estremamente indipendente. Non ho mai elemosinato né affetti, né denaro né niente. Sono troppo orgogliosa", diceva la signora Felicita in un'intervista di vent'anni fa, quando il figlio muoveva i primi passi di una lunga carriera di successi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali