AVEVA 61 ANNI

Addio a Izumi Matsumoto, autore di "E' quasi magia Johnny"

Il mangaka aveva 61 anni e si è spento dopo una lunga malattia. La sua opera più famosa (il titolo originale era "Kimagure Orange Road") è stata uno dei titoli simbolo degli anni 90

13 Ott 2020 - 08:13
 © Dal Web

© Dal Web

E' morto a soli 61 anni Izumi Matsumoto, uno dei più importanti mangaka degli ultimi 30 anni. Gran parte della sua fama la deve a "Kimagure Orange Road" (La capricciosa via delle arance), manga pubblicato tra il 1984 e il 1987 e diventato celebre in Italia prima con l'anime, rititolato come "E' quasi magia Johnny" e poi con il fumetto pubblicato negli anni 90 con il titolo originale. Matsumoto era malato da tempo.   

Addio a Izumi Matsumoto, autore di "E' quasi magia Johnny"

1 di 12
© Dal Web © Dal Web © Dal Web © Dal Web

© Dal Web

© Dal Web

LEGGI ANCHE: 

La scomparsa di Matsumoto, il cui vero nome era Kazuya Terashima, risale al 6 ottobre ma la notizia è stata diffusa soltanto nelle ultime ore. Lo scorso novembre Matsumoto aveva annunciato sul suo blog su Comic-On di essere affetto dalla stenosi spinale, un anomalo restringimento del canale spinale che può verificarsi in una delle regioni della colonna vertebrale. 

"Kimagure Orange Road" è la storia di Kyosuke (Johnny), un ragazzo dotato di poteri paranormali che si trova in mezzo tra l'amore per Madoka (Sabrina) e quello per Hikaru (Tinetta), in un triangolo che tra incomprensioni ed equivoci, scatena una serie di situazioni divertenti.

La serie, nella sua trasposizione animata, è diventata celebre suo malgrado per i numerosi tagli subiti in occasione della prima trasmissione italiana, nel 1989, per censurare le situazioni ritenute più scabrose e piccanti. Una censura a cui si è corso ai ripari negli anni 90 quando è stato pubblicato il manga e la serie in VHS, Un altro titolo di Matusmoto celebre in Italia, in quanto pubblicato negli anni 90 in fumetto, è "Sesame Street", dove si ripropone la formula del triangolo amoroso foriero di situazioni tragicomiche questa volta però senza il contorno paranormale.  

POTREBBE INTERESSARTI:

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri