FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Emigratis", Pio e Amedeo ammettono: "Ci hanno arrestati ad Abu Dhabi"

I due protagonisti del programma di Italia 1 hanno raccontato la disavventura a Radio 105

"Emigratis", Pio e Amedeo ammettono: "Ci hanno arrestati ad Abu Dhabi"

La puntata di lunedì 20 marzo della nuova edizione di "Emigratis" si è conclusa con un piccolo giallo. Pio e Amedeo, entrati con un travestimento in una discoteca di Abu Dhabi, sono stati scortati fuori dalla polizia. Cosa è successo? I due protagonisti hanno rivelato a Radio 105: "La prima puntata si è interrotta con l'arresto di tre ore, ci hanno rilasciati ma ci siamo ca..ti sotto. Abbiamo chiesto scusa, un po' di lacrimuccia, ma lo diciamo, ci siamo ca..ti sotto".

Durante la puntata, mentre la coppia entrava in discoteca, la voce del doppiatore Francesco Pannofino ricordava come negli Emirati fosse vietato indossare la classica veste da sceicco in determinati luoghi.

Continua intanto il grande successo di ascolti per la seconda stagione del programma dopo l'exploit della prima. La coppia foggiana, arrivata al successo grazie a "Le Iene", propone nuovi viaggi in giro per il mondo, a caccia di italiani ai quali scroccare soldi, alloggi e inviti a feste esclusive.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali