FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

The Beatles, Ringo Starr presto "Sir"

Il batterista, secondo il Sun, riceverà lʼambito cavalierato concesso direttamente dalla regina Elisabetta II, nel giorno di Capodanno

"Arise, (si alzi) Sir Ringo Starr".  No, non è un errore. Anche il celebre batterista dei Beatles, come Paul McCartney, sarà insignito del cavalierato: Ringo Starr, al secolo Richard Starkey, 77 anni, anteporrà al nome il titolo di Sir. È quanto rivelano fonti vicine all'artista, riferendo di una lettera arrivata da Buckingham Palace secondo l’edizione domenicale del Sun. Il titolo sarà concesso direttamente dalla Regina Elisabetta II.

Il nome di Ringo Starr figurerà dunque nella list of honours di Capodanno dei sudditi cui sarà concesso l’ambito Knighthood (cavalierato) e agli altri cui saranno conferite altre onorificenze. Lo stesso privilegio era toccato 20 anni fa a Sir Paul McCartney. Entrambi, come John Lennon e George Harrison, nel 1965 ricevettero, tra le proteste di molti benpensanti conformisti dell’epoca, un primo riconoscimento per quanto avevano fatto per il Regno Unito, ovvero la decorazione Mbe (Member of The Most Excellent Order of the British Empire), che Lennon e Harrison restituirono.

"La notizia è stata un fulmine a ciel sereno", avrebbe commentato al Sun un amico di famiglia. Starr sarà onorato per il suo impegno in favore di iniziative di beneficenza per l’Aids, gli abusi sui bambini, i diritti umani, la lotta alla povertà nel mondo e nel sostegno alle arti.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali