FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scala: alla Prima attesi pochi vip, i protagonisti sono i politici

La stagione lirica apre con "Attila": sarà presente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Tutto è pronto per la Prima della Scala a Milano che quest'anno inaugura la stagione lirica con "Attila" (regia di Davide Livermore) con il direttore Riccardo Chailly sul podio. E, a meno di sorprese dell'ultimo minuto, sarà un'apertura molto milanese e istituzionale. Con poca mondanità e vip, nessuna presenza internazionale di peso, e tanta politica. Per la prima volta da quando è stato eletto Presidente della Repubblica sarà presente Sergio Mattarella.

Milano si prepara alla prima della Scala: guarda le immagini di scena di "Attila"

Milano si prepara alla prima della Scala: dal carcere di San Vittore, dove "Attila" sarà trasmesso in diretta, a piazza Scala, dove il 7 dicembre andranno in scena come di consueto le proteste di Cub e centri sociali. Quest'anno - esattamente a cinquant'anni dalle contestazioni del 1968 - rivolte contro il decreto sicurezza e immigrazione. In teatro l'albero di Natale, firmato Dolce e Gabbana, nel foyer è stato già montato e decorato per l'anteprima di ieri riservata agli under 30. I preparativi sono cominciati anche negli oltre trenta luoghi della città e hinterland dove si potrà vedere la prima in diretta: dal terminal 1 di Malpensa al museo delle macchine da caffe' di Binasco, passando per il teatro Dal Verme, la casa d'accoglienza Jannacci, fino al mercato comunale Ferrara. Tra le personalità attesa quest'anno ci sono la vicepresidente della Corte Costituzionale Marta Cantabia, il vicesindaco Anna Scavuzzo (e gli assessori Cristina Tajani e Roberta Guaineri), l'ex presidente della corte di Cassazione Giovanni Canzio, industriali, esponenti del terzo settore. Non ci sarà per altri impegni, invece, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

leggi tutto

LA POLITICA - Finora Mattarella aveva solo assistito, infatti, al concerto per i 150 anni dalla nascita di Arturo Toscanini. Nel palco reale - insieme al sindaco di Milano Giuseppe Sala, padrone di casa, e al presidente della Lombardia Attilio Fontana - siederanno anche il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli. Sono tutto in quattro i ministri che assisteranno alla prima. Oltre a Bonisoli, anche il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, il ministro dell'Economia Giovanni Tria e quello dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio. Per tutti loro (ad esclusione di Sala) si tratta di un debutto a Sant'Ambrogio da quando hanno assunto il loro ruolo.

 

LA MONDANITA' - E' invece una delle habitué del 7 dicembre la stilista Lella Curiel che, fa sapere, vestirà con le sue creazioni haute couture la senatrice Lara Magoni, assessore della Regione Lombardia, le signore Elsa Monti, Luciana Saccomanni, Alessandra Artom e Laura Teso. Non mancherà Claudia Buccellati, che indosserà un completo giacca e pantaloni in velluto nero e paillettes, limited edition di Zara, associato a gioielli della collezione Mario Buccellati. A ognuno il suo stile: da quando non c'è più Valeria Marini, per la mise più coraggiosa gareggia praticamente da sola la dottoressa Dvora Ancona, che indosserà una creazione in chiffon glitterato di Antonio Riva con cui la bionda israeliana dice di sentirsi Odabella, che per vendicare l'uccisione del padre vuole uccidere Attila.

 

Metterà una sua creazione, come sempre, Daniela de Souza, stilista e fidanzata del sovrintendente Alexander Pereira. Non dovrebbero mancare altre signore della Milano che conta come Daniela Javarone, cliente della sartoria Angela, e l'imprenditrice Cesarina Ferruzzi, anche lei con abito ispirato all'opera di Verdi, creato da Pierre Prandini, e ovviamente Roberto Bolle. Sul fronte moda, non ci sarà Giorgio Armani, ma sicuramente sarà pieno di sue creazioni il foyer, dove troneggia l'albero addobbato da Dolce e Gabbana, soci fondatori sostenitori del teatro, per cui hanno curato anche l'allestimento floreale del palco Reale. Loro, però, alla prima non ci saranno, impegnati nelle prove della sfilata haute couture di sabato a Milano. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE