FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Russia, Steven Seagal lavorerà per
il governo come inviato speciale

Lʼannuncio del ministero degli Esteri di Mosca, lʼattore si occuperà di migliorare i rapporti con gli Stati Uniti nella "sfera umanitaria"

Steven Seagal lavorerà per il governo russo. L'annuncio è stato dato su Facebook direttamente dal ministero degli Esteri di Mosca, che ha specificato il ruolo creato appositamente per l'attore: il 66enne, celebre per i suoi film d'azione, è stato nominato inviato speciale per i rapporti con gli Stati Uniti. Seagal, statunitense ma cittadino russo dal 2016, si occuperà della "sfera umanitaria" tra i due Paesi.

Il ruolo ritagliato dalla Russia per l'attore, grande sostenitore del presidente Vladimir Putin, ricalcherà quello di "ambasciatore di buona volontà" delle Nazioni Unite.

Sul post pubblicato su Facebook si legge quindi che "Steven Seagal è stato nominato rappresentante speciale del ministero degli Esteri russo per le relazioni umanitarie tra Russia e Stati Uniti. Al fine di promuovere l'ulteriore sviluppo delle relazioni russo-americane nel settore umanitario, compresa la cooperazione in materia di scambi culturali, artistici, sociali, giovanili e altro ancora".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali