FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Robin Williams respinto per una parte in Harry Potter, perché americano e non "british"

Il curioso retroscena sulla candidatura respinta dellʼattore scomparso arriva direttamente dalla direttrice del casting

Robin Williams respinto per una parte in Harry Potter, perché americano e non "british"

A due anni dalla morte di Robin Williams e a sedici dal primo capitolo della saga di Harry Potter al cinema, spuntano curiosi retroscena sul legame tra l'attore scomparso e il film tratto dai libri di J.K. Rowling. La direttrice del casting del film sul maghetto più famoso del mondo, Janet Hirshenson, ha infatti rivelato che Williams si era candidato per il ruolo di Hagrid, ma che era stato respinto perché...americano e non britannico.

Solo attori britannici nella saga di Harry Potter. Questo infatti il "diktat" impartito con insistenza dalla stessa J.K. Rowling, che voleva mantenere anche nel film le atmosfere e il mood tipicamente inglese del mondo dei maghi narrato nei suoi libri. E così quando Robin Williams telefonò per candidarsi al ruolo del gigante buono, custode di Hogwarts e amico di Harry Potter Chris Columbus, il regista del primo film della serie, fu costretto a dirgli di no. La parte andò a Robbie Coltrane e Robin Williams restò a bocca asciutta con il suo desiderio non realizzato nel cassetto. "Avrei voluto fare almeno un paio di parti in quel film", disse l'attore nel 2001 al New York Post: "Ma a quanto pare gli americani erano stati messi al bando".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali