FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Morta Emma Chambers, era stata la sorella di Hugh Grant in Notting HIll

Lʼattrice aveva 53 anni. Secondo i media sarebbe deceduta per morte naturale

Morta Emma Chambers, era stata la sorella di Hugh Grant in Notting HIll

Tutti la ricoderanno come Honey, la divertente sorella di Hugh Grant in Notting Hill. Emma Chambers, attrice inglese di 53 anni, è morta. Deceduta probabilmente per cause naturali. Volto noto della tv britannica e aveva recitato nella serie The Vicar of Dibley.

Nei panni di Alice Tinker, della serie The Vicar of Dibley,  aveva vinto i British Comedy Award come miglior attrice. Sposata con il collega Ian Dunn, Emma Chambers nel 1999 aveva recitato con Hugh Grant in Notting Hill, celebre film di Roger Michell. Per i media inglesi sarebbe morta per cause naturali. Il  suo agente conferma "Ha regalato gioia e risate a tante persone"."Meravigliosa e talentuosa. Divertente e unica", la ricorda l'attore James Dreyfus, anche lui nel cast di Notting Hill. "Dolce e divertente"  è invece il commento di Emma Freud, moglie di Richard Curtis e inventore di The Vicar of Diblet. Parole di cordoglio, infine, sono state espresse anche dallo stesso Hugh Grant che su Twitter ha scritto: "Era divertente e una brillante attrice, è una notizia molto triste".

Eʼ morta lʼattrice Emma Chambers

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali