FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

È morta Christine McVie, tastierista e voce dei Fleetwood Mac

"Se n'è andata in pace stamattina", fa sapere la famiglia dell'artista, entrata nella band britannica nel 1970. Aveva 79 anni

Christine McVie
Afp

Christine McVie, cantante, cantautrice e tastierista dei Fleetwood Mac, è morta all'età di 79 anni dopo una breve malattia.

L'annuncio è arrivato su Facebook, firmato dalla famiglia che era con lei in ospedale durante gli ultimi momenti. "Se n'è andata in pace stamattina", si legge nella dichiarazione, che invoca "il rispetto della privacy dei familiari in questi giorni di grande dolore".

 

I Fleetwood Mac, mitica band britannico-americana, sono nati musicalmente a Londra nel 1967 e hanno venduto oltre cento milioni di album in tutto il mondo. I membri superstiti - Peter Green, uno dei co-fondatori, è morto due anni fa a 73 anni - hanno reso omaggio alla McVie: "Non ci sono parole per descrivere la nostra tristezza. Christine è stata una persona unica, speciale e piena di talento".

 

L'anno scorso, seguendo l'esempio di altri musicisti come Bob Dylan, Neil Young e Paul Simon, Christine aveva venduto il suo catalogo musicale a Hipgnosis. Questo significa che 48 delle 68 canzoni negli album più di successo del gruppo sono passati di mano, tra questi brani come "Don't Stop" e "Little Lies". Hipgnosis, fondata da Marck Meruriadis, ex manager di artisti come Elton John e Beyoncé, pochi mesi prima aveva comprato il catalogo di un altro membro dei Fleetwood Mac, il chitarrista Lindsay Buckingham, tra i cui credito c'era "Go Your Own Way". E anche altri membri della band, Stevie Nicks e Mick Fleetwood, avevano venduto la loro parte per decine di milioni di dollari.

 

 

Nata professionalmente col nome da ragazza, Christine Perfect, McVie aveva sposato il bassista della band John McVie e nel 1971 si era unita al complesso. Aveva lasciato il gruppo nel 1998, ma era tornata nel 2014 per un concerto all'insegna della nostalgia al Madison Square Garden.

 

I Fleetwood Mac sono stati uno dei complessi rock più amati negli Anni Settanta e Ottanta. Bill Clinton, che era cresciuto con la loro musica, aveva fatto di "Don't Stop" l'inno della sua prima campagna elettorale. Nel 1977 il loro album pop rock "Rumours", ispirato dalle separazioni dei McVie (lei si era innamorata del responsabile delle luci) e dell'altra coppia della band, Buckingham e Stevie Nicks, è diventato uno dei più grandi successi di tutti i tempi con oltre 40 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali